“49 gol spettacolari” di Davide Martini

49-gol-spettacolari-davide-martini

49-gol-spettacolari-davide-martini49 gol spettacolari racconta la storia di Lorenzo, studente di liceo che può contare su di un gruppo affiatato di amici, che però non lo allontanano dalle incertezze “senza nome” che lo turbano. Arriva il primo giorno di scuola dell’ultimo anno e in classe si presenta Riccardo, un nuovo compagno che attira subito l’attenzione delle ragazze e in particolare di Giulia, l’amica di Lorenzo. Ma Riccardo è gay, sa di esserlo e cercherà di avvicinarsi a Lorenzo, che comincia a vivere con disagio l’idea di essere attratto da Riccardo. Scoppia l’amore fra loro, ma non è tutto così semplice. Riccardo, infatti, nasconde qualcosa.

Davide Martini (1981) è nato in un piccolo paese del sud Italia. Dopo l’istruzione dell’obbligo, si è trasferito a Roma per studiare e laurearsi in Medicina e Chirurgia. Con uno pseudonimo, vince il “Premio Alberto Moravia 2003 per un breve racconto su Roma” indetto dal Fondo Alberto Moravia e il “Premio per un racconto sulla resistenza” indetto dal Museo della Resistenza di Ca’ Malanca. Due suoi racconti sono stati pubblicati, inoltre, nelle antologie “Men on Men 4” e “Men on men 5” edite da Mondadori. “49 gol spettacolari”, pubblicato da Playground, è il suo primo romanzo.

Recensione di PianetaGay

Il libro di Martini è, probabilmente, uno dei racconti gay più belli e romantici che siano mai stati scritti in Italia. La storia riguarda due compagni di banco, Lorenzo e Riccardo: il primo è un ragazzo che non sa di essere omosessuale all’inizio e lo scopre solo quando si troverà di fronte ad una constatazione che, per lui, equivale a una specie di percorso interiore rapido e complesso (che, tuttavia, non viene enfatizzato molto), ovvero il non riuscire a raggiungere l’orgasmo durante un rapporto sessuale con una ragazza; il secondo è un omosessuale convinto che viene portato, da Roma, in un paesino di provincia dai suoi genitori, per cercare di “guarirlo” da questo “problema”. Tra i due nasce un’amicizia che, in un primo momento, è molto travagliata, ma che poi si scioglie in un amore bellissimo, che attraversa molti ostacoli, come la gelosia, la paura di essere scoperti, i lontani ricordi, le storie del passato e la lontananza, ma che, alla fine, risulta essere quanto mai sincero e avvincente.

Quella proposta da Martini è sicuramente una storia d’amore bellissima, raccontata con passione e sentimento. Lo stile dello scrittore è scorrevole e questo rende la lettura molto leggera e facile (infatti il libro lo si può leggere in pochissimo tempo, anche un paio di giorni). Tuttavia, questa scorrevolezza trova un leggero freno quando si tratta di raccontare alcuni ambienti o alcune situazioni, laddove l’autore o abbonda di particolari, talvolta anche inutili, oppure ne cita pochi, rendendo difficile immaginarsi mentalmente ciò che si sta leggendo. Ma questo non toglie nulla alla piacevolezza del racconto e alla bravura di Martini nel trasmettere, attraverso le parole, tutto il sentimento e il trasporto romantico provato dai due protagonisti (stupenda la scena della sera passata dai due ragazzi sul balcone della casa in cui viveva la nonna di Riccardo). Senza dubbio, uno dei libri più belli nel panorama gay italiano ed europeo. Consigliata fortemente la lettura!

You may also like