venerdì 29 maggio 2015

Cerca Uomo Gay

“Cani Randagi”, il nuovo romanzo di Roberto Paterlini

paterlini_facebook

Roberto Paterlini, il giovane scrittore bresciano che ha esordito nel 2007 con “Il ventiquattrenne più vecchio del mondo” (edito da Libreria Croce e disponibile da pochi mesi anche in versione e-book), tornerà presto con un nuovo interessante romanzo, dal titolo “Cani Randagi”, la cui data d’uscita è prevista per il 6 Novembre 6 Dicembre con la casa editrice Rai Eri.

Il racconto parte da un episodio specifico per dipanarsi poi in più direzioni, mantenendo però come radice comune questo primo spunto. Tutto ha inizio una mattina di fine estate, quando Federico e Giacomo trovano una vecchia audiocassetta del 1987 sul fondo di un comodino. Ascoltandola, i due scoprono che vi è incisa un’intervista fatta da Francesco, lo zio di Giacomo, a un uomo siciliano avanti con gli anni, tale Luigi de Lorenzi, condannato dalla polizia ad allontanarsi dal suo paese di nascita durante il periodo fascista perché omosessuale.

Dal ritrovamento di questo importante documento, la narrazione si divide in tre vicende diverse, ognuna collegata in qualche modo alla stessa audiocassetta. La prima riguarda proprio Luigi de Lorenzi e le esperienze da lui vissute prima nella Sicilia prebellica e poi sulle isole Tremiti (dove fu confinato). Accanto a questa vicenda, si intreccia quella di un disperato Francesco, che durante il soggiorno a Catania, dove ha modo di registrare questa testimonianza, viene a sapere che una persona a lui molto cara è stata colpita dall’AIDS, malattia che negli anni ’80 si è manifestata con tutta la sua barbarie. Infine, la terza vicenda riporta ai giorni nostri, con un inquieto Giacomo che trascorre la sua esistenza tra i fantasmi di un passato che lo ossessiona e il timore di non riuscire più ad amare, che diventa sempre più concreto con il passare del tempo.

Un romanzo originale e coinvolgente, grazie al quale Paterlini si è aggiudicato, nel luglio scorso, il gradino più alto del podio del Premio Rai “La Giara”, concorso letterario di prestigio rivolto ai giovani autori al di sotto dei 39 anni che intende promuovere nuovi talenti della narrativa italiana. Durante la serata di premiazione, tenutasi ad Agrigento il 24 Luglio scorso, hanno partecipato, tra i tanti, Dacia Maraini, Barbara De Rossi, che ha letto stralci delle tre opere vincitrici, e Lando Buzzanca (altre info sul sito internet ufficiale, dove è presente anche il bando della seconda edizione 2012-13, cui è possibile partecipare con romanzi inediti).

Non si tratta del primo riconoscimento ufficiale per Paterlini, che nel 2006 si è aggiudicato il premio Sonar Script Festival, concorso nazionale dedicato agli sceneggiatori e alle loro opere inedite. Ma il Premio vinto per la Rai è un risultato di grande spessore, che evidenzia la freschezza e l’ottima qualità di questo romanzo a tema gay, capace di mettere a confronto tre diverse generazioni di uomini omosessuali, con tutto il peso delle vicende personali e delle forti inquietudini che vivono.

Per conoscere da vicino lo scrittore e il suo nuovo romanzo, Cani Randagi, potete leggere l’intervista che Pianetagay ha avuto l’onore di fare a Roberto Paterlini, per discutere a 360° dei suoi due libri pubblicati, delle ispirazioni e delle opinioni personali in merito al mercato editoriale di oggi. Il libro può essere acquistato online sullo store La Feltrinelli a questa pagina

You may also like

Sign In

Reset Your Password