Entertainment

Chiambretti Sunday Show

Sabato 27 Giugno dalle ore 22.00 sul palco del Gay Village, per il fortunato ciclo Interviste Spettacolo (#GayVillageInterview), Vladimir Luxuria condurrà l’incontro con l’irriverente Piero Chiambretti, in compagnia dell’autore ed amico Bobo Piana.

Sotto il cielo del Parco del Ninfeo si ripercorrerà una carriera televisiva costellata di piccoli e grandi successi che il Piero Nazionale (com’è noto al grande pubblico), racconterà tra parole e immagini, con la complicità di Vladimir Luxuria.

Piero Chiambretti fa parte della storia della televisione italiana dell’ultimo trentennio, noto al piccolo schermo per la sua ironia sempre pungente e dallo spirito satirico. Aostano di nascita ma torinese d’adozione, cresce facendosi le ossa come disc-jockey in diverse emittenti dell’interland piemontese, passando dalla musica all’animazione sulle navi da crociera. Nel 1984 approda in Rai a seguito della vittoria del concorso “Un volto nuovo per gli anni ’80”, al cui provino si presenta in mutande. Da quel momento in poi, la sua carriera nella televisione italiana prende il volo. Si susseguono trasmissioni quali: “Il Sabato dello Zecchino”, “Big” e il trampolino di lancio “Complimenti per la Trasmissione”, che procura al conduttore un successo pubblico e di critica, che lo accompagneranno nei successivi programmi… Nel 1997 è “Il Portalettere” a condurlo alla prestigiosa vetrina del “Festival di Sanremo, accanto a Mike Buongiorno e Valeria Marini. Rimarrà nella memoria la sua apparizione angelica e poi demoniaca, del Piero Chiambretti calato dall’alto, sul palco di Sanremo.

Le nuove formule di “Chiambretti C’è”, “Markette”, “Chiambretti Night”, “Chiambretti Supermarket” e “Grand Hotel Chiambretti”, lo consacrano definitivamente al grande pubblico come volto cult della satira e dello showbiz tutto all’italiana.

Si chiama «Tutta d’un fiato» il nuovo singolo di Benji e Fede: i due ventenni, conosciutisi tramite i social network e accomunati dalla passione per la musica, prenderanno parte anche al Coca Cola Summer Festival. Il loro brano è accompagnato anche da un video, che è stato diffuso on line: per Federico Rossi e Benjamin Mascolo, insomma, la strada verso il successo sembra essere ormai pronta. I due, che si sono fatti conoscere grazie al loro canale di Youtube, nel giro di breve tempo hanno raccolto centinaia di migliaia di visualizzazioni, diventando un fenomeno del web (e non solo).

Ecco, quindi, che la coppia, dopo avere aperto i concerti italiani degli Sheppard e di Conor Maynard, torna a farsi apprezzare dai propri fan con un nuovo singolo, che già il giorno di uscita è entrato nella Top5 su iTunes. In radio, invece, la canzone sarà trasmessa a partire da domani, venerdì 26 giugno. Una canzone che, per altro, può contare su nomi di grido, visto che è stata scritta e prodotta da Simone Cremonini e Giorgio Valdi, con il mastering e il mixaggio di Andrea Debernardi, che in passato ha già avuto modo di collaborare con Rocco Hunt, Clementino e Fedez.

In occasione della pubblicazione del singolo, Benji e Fede hanno deciso di girare l’Italia in un tour promozionale: dopo un incontro a Napoli con i fan si sono spostati in Lombardia per l’Expo, mentre in questi giorni sono a Roma per le registrazioni del Coca Cola Summer Festival, che sarà messo in onda da Canale 5 nelle prossime settimane. Ecco, quindi, che il cancello per la fama sembra essersi spalancato, mentre i gossip a proposito della loro amicizia si rincorrono sempre di più.

duncan james drag queen

Duncan James interpreterà Tick, in Priscilla Queen of the Desert: ma l’effetto, a una prima impressione, non è dei migliori. Insomma, il bel Duncan appariva più affascinante e più intrigante in abiti – per così dire – civili. Come noto, il cantante dei Blue fa parte del cast di Priscilla Queen of the Desert, lo show che in queste settimane è in tour in Gran Bretagna. Il debutto previsto per James è ancora di là da venire: il suo esordio sul palco, infatti, avverrà solo fra un paio di mesi, il 14 agosto, alla Opera House di Manchester. In ogni caso, l’artista britannico ha voluto già mostrarsi con gli abiti di scena addosso e con il make-up che sfoggerà durante il live.

duncan james mitzi

Per un giudizio concreto e completo, ci rimettiamo alla vostra opinione: noi ci limitiamo a ricordarvi che James vestirà i panni (è proprio il caso di dirlo) del personaggio di Tick, e si esibirà in canzoni come «It’s raining men», «Say a little prayer», «Always ». Insomma, per gli spettatori che avranno la possibilità di vederlo, ci sarà di che divertirsi. Il produttore David Ian, per altro, qualche giorno fa ha detto di essere assolutamente elettrizzato per il fatto che il pubblico abbia richiesto ulteriori repliche dello spettacolo.

Ian ha notato: «Le reazioni che lo show suscita nei teatri di ogni città sono qualcosa di cui non sono mai stato testimone in precedenza. Si tratta davvero di una festa a cui non si può mancare, e James sarà la ciliegina sulla torta».

il volo

È partito ieri sera da Roma il tour italiano de IL VOLO registrando il sold out e tante standing ovation per la prima data! Il trio, che ha vinto la 65^ edizione del Festival di Sanremo e che ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015 arrivando sul podio e raggiungendo il #1 nel televoto, sarà nuovamente in concerto oggi, martedì 23 giugno, e domani alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Anche i concerti di stasera e domani sono sold out! 

Di seguito le prossime date del tour estivo confermate: l’11 luglio in Piazza Unità d’Italia a Trieste, il 13 luglio in Piazza della Loggia a Brescia, il 17 luglio in Piazza degli Scacchi aMarostica (VI), il 18 luglio in Piazza Garibaldi a Cervia (RA) – SOLD OUT, il 23 luglio in Villa Erba di Cernobbio (CO), il 9 agosto al Parco Archeologico La Civitella a Chieti, il 12 e 13 agosto al Gran Teatro Puccini di Torre del Lago (LU) – SOLD OUT, il 16 agosto allo Sferisterio di Macerata – SOLD OUT, il 19 agosto al Teatro Valle dei Templi di Agrigento – SOLD OUT, il20 agosto al Teatro Valle dei Templi di Agrigento –  NUOVA DATA, il 22 e il 23 agosto al Teatro Antico di Taormina – SOLD OUT, il 26 agosto al Teatro di Verdura di Palermo – SOLD OUT,il 27 agosto al Teatro di Verdura di Palermo e il 21 settembre all’Arena di Verona – SOLD OUT. 

Il singolo “Grande Amore” e l’album “Sanremo Grande Amore” hanno conquistato le charts iTunes dei Paesi eurovisivi. Il grande affetto della gente è stato dimostrato anche dagli ascolti durante l’esibizione del trio nella finale, che risulta essere la più vista della serata.  Non solo il pubblico, ma anche la critica musicale si è espressa in suo favore, conferendogli il prestigioso Marcel Besançon Award 2015 della stampa internazionale.

Il Volo è ora pronto a sorprendere il pubblico italiano con la sua musica dal respiro internazionale e le straordinarie doti canore. Il trio sarà infatti impegnato in un tour estivo che toccherà grandi città e località di prestigio storico e artistico.  

Le prevendite sono acquistabili sul sito www.ticketone.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali. I biglietti per i concerti di Roma sono disponibili anche su www.listicket.it. (Per informazioni: www.fepgroup.it).

È uscita il 12 maggio “SANREMO GRANDE AMORE – NEW EDITION”, un’edizione speciale (Cd + Dvd) che, oltre al fortunato Ep DOPPIO PLATINO “Sanremo Grande Amore”, include un esclusivo DVD con un’inedita intervista ai ragazzi che ripercorrono la loro straordinaria esperienza Sanremese, con estratti dal Festival che li ha visti trionfare, divertenti backstage e molte altre curiosità. Un emozionante racconto tra immagini e musica.

Questa la tracklist dell’album: CD: 1. Grande Amore, 2. Ancora, 3. Vacanze Romane, 4. Canzone per te, 5. Piove, 6. Romantica, 7. L’Immensità + DVD

Nonostante la giovane età, la carriera de Il Volo, il trio formato da Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, che ha scalato le classifiche di tutto il mondo, è già costellata di record: sono stati i primi italiani nella storia a sottoscrivere un contratto con una major discografica in USA, unici artisti italiani invitati da Quincy Jones a  “We Are The World for Haiti” insieme a 80 star internazionali, un disco di debutto che conquista il platino in Italia ed entra in una sola settimana nella Top10 di “Billboard 200” dedicata agli album più venduti negli Stati Uniti, milioni di copie vendute su scala mondiale, due nomination ai Latin Grammy Awards come “Best new artist” e “Best pop album by a duo or group with vocal”, tournèe e live in tutto il mondo, esibizioni nei più importanti show (“Tonight Show”, “American Idol e “Ellen De Generes Show” per citarne alcuni), numerose collaborazioni con star internazionali (tra cui Barbara Streisand, di cui sono stati Special Guests duettando in 12 date del suo tour nel 2012), vincitori del Latin Billboard Award come “Miglior artista dell’anno Duo/Gruppo interprete di album latino”.

Risultati importanti sulla scena internazionale che vanno ad aggiungersi a quelli ottenuti sul territorio nazionale durante questo fortunato anno. Dalla vittoria a Sanremo 2015, il successo dei tre ragazzi è stato, infatti, inarrestabile: hanno conquistato il #1 su iTunes con Ep, singolo e relativo video (che ha totalizzato numeri record sul web: oltre 33 milioni di visualizzazioni su Vevo/Youtube) e sono entrati subito al vertice della classifica FIMI/GfK Italia degli album e dei singoli più venduti rispettivamente con “Sanremo Grande Amore” (attualmente ancora nella top 10) e con “Grande Amore”, certificato SINGOLO DI PLATINO.

nicole-bonamino-fuori-prima-puntata

Presentato sabato 2 maggio alla scorsa edizione del TGLFF, Fuori! è un progetto di Chiara Tarfano e Ilaria Luperini che sarà composto da otto puntate. Si tratterà di brevi documentari in cui i protagonisti racconteranno la propria esperienza e faranno poi domande alle persone per strada.

La prima puntata è stata proiettata a Torino e ha come protagonista la ventiquattrenne Nicole Bonamino, la prima sportiva in Italia a fare coming out. Nel 2014, durante le olimpiadi di Sochi, Nicole ha scritto a Lezpop, sito di cultura lesbica e queer, e ha deciso di rendere pubblico il suo orientamento sessuale.

Nel primo episodio vediamo la giocatrice di hockey a Torino che intervista dei passanti su sport e omosessualità, per scoprire la sensibilità delle persone comuni su questi temi. Dalle risposte vengono fuori molti stereotipi diffusi e un certo livello di omofobia, anche se per fortuna non manca un po’ di apertura mentale da parte di alcuni. Nicole racconta anche il coming out alla famiglia e di come sia necessario dichiararsi per cambiare le cose. Qui è possibile vedere la puntata completa.

La prossima puntata di Fuori! Sarà dedicata a Ingrid e Lorenza di Lei disse sì.

Per supportare il progetto è possibile partecipare al crowdfunding sul sito Produzioni dal basso.

Inoltre le registe sono alla ricerca di una giovane coppia gay o lesbica tra i 18 e i 25 anni che abbia voglia di diventare protagonista dell’ultimo episodio. Chi è interessato può scrivere a fuoridoc@gmail.com.

Matthew Lee_foto d

Il pianista e performer MATTHEW LEE si esibirà sul palco del “Coca-Cola SUMMER FESTIVAL #daiunbacio”, la manifestazione che si terrà il 25, 26, 27 e 28 giugno in Piazza del Popolo a Roma, in gara tra i giovani con il brano “È TEMPO D’ALTRI TEMPI”. Le quattro serate saranno seguite in diretta su RTL 102.5 e a luglio andranno in onda in quattro puntate in prima serata su Canale 5 e, in contemporanea, su RTL 102.5.

È partito il 5 giugno da Imola il nuovo “D’ALTRI TEMPI TOUR” con cui Matthew Lee presenta dal vivo i brani estratti dal suo album “D’ALTRI TEMPI(Carosello Records). D’Altri Tempi,disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming, racchiude 12 tracce (6 in italiano e 6 in inglese), tutte legate da un inconfondibile ritmo rock’n’roll rivisitato in chiave moderna.

Queste le prossime date del “D’Altri Tempi Tour” al momento confermate:

– il 27 giugno al “Tortuga beach club” di Pescara

– il 2 luglio a Savona durante il “Giovedì in Musica

– il 4 luglio a Pambio-Noranco (Svizzera) per il “Loud Pipes 2015

– l’ 8 luglio a Grassobbio (Bergamo) per la manifestazione “Amici in Festa 2015″

– l’ 11 luglio al “Carignano Music Experience”  di Santadì (Carbonia – Iglesias)

– il 12 luglio al “Booper Swing’n’Roll” di Tolfa (Roma)

– il 15 luglio a Bibione (Venezia) per “La Musica nel sangue”

– il 18 luglio alla “XV Festa della Musica” di Marano Lagunare (Udine)

– il 19 luglio al “Festival Banca Alpi Marittime” di Carrù (Cuneo)

– il 31 luglio al “Brillo Experience” di Colicello di Amelia (Terni)

– il 7 agosto al “Summer Jamboree” di Senigallia (Ancona)

– l’ 8 agosto al “Festival Baladin” di Saluzzo (Cuneo)

– l’ 11 agosto al “Auser Rock Festival” di Albi (Catanzaro)

– il 16 agosto al “Gerundium Fest” di Casirate D’adda (Bergamo)

– il 23 agosto a Marcelli (Ancona)

– il 27 agosto all’”Oktober Fest Brianza” di Cesano Maderno (Monza-Brianza)

– il 6 settembre al ” Naturalmente Pianoforte” di Pratovecchio Stia (Arezzo)

«”D’ALTRI TEMPI” è il mio primo “vero” lavoro discografico – racconta Matthew Lee – dove ho curato ogni canzone ed ogni dettaglio insieme ad alcuni dei più importanti produttori italiani ed internazionali. Registrato in tre paesi diversi (Italia, Inghilterra e Germania), è un disco in cui mi riconosco in pieno e dove faccio vedere tutti i lati della mia personalità: da quella rock’n’roll a quello più blues, fino al mio lato più romantico. Filo conduttore di tutto è il mio pianoforte che ho tenuto sempre al centro della scena in ogni brano.»

L’album è stato realizzato con l’intervento di autori e produttori sia italiani che internazionali e, in particolare, vede la collaborazione di Luca Chiaravalli, Claudio Guidetti, Mousse T eChris Summerfield.

Definito “The genius of rock’n’roll” dalla stampa internazionale, Matthew Lee è tra i principali protagonisti di uno dei trend internazionali di maggior appeal, il rilancio delle atmosfere anni 50.

«Per quanto mi riguarda essere d’altri tempi non significa rimanere ancorato al passato, ma semplicemente recuperare valori importanti, che forse stavamo rischiando di perdere, il tutto però rivisto in una chiave attuale, non “un’operazione nostalgia”, ma un qualcosa che spero possa essere percepito come una novità racconta Matthew Lee, che vanta un’importantissima gavetta in tutto il mondo.

Matthew Lee è uno straordinario performer, pianista e cantante innamorato del rock’n’roll, che ha fatto propri gli insegnamenti dei grandi maestri del genere. Un vero talento, un fenomeno degli 88 tasti. Nonostante la giovane età ha già sulle spalle circa 1000 concerti. Matthew Lee infatti ha suonato in tutta Europa: Italia, Belgio, Inghilterra, Francia, Svizzera, Slovenia, Olanda, Germania, e si è inoltre esibito negli Stati Uniti ed in Africa. Il Cincinnati Blues Festival in Ohio (Usa), il Summer Jumboree Festival (Senigallia; Italia), Musicultura (Recanati, Italia), Festival di Sao Vincente (Capoverde); Motor Show Di Bologna; Musikmesse di Francoforte; Blues On The Farm (Uk); il Capodanno 2005 a Roma (davanti a 150.000 persone), Linton Festival (Uk), Cornbury Festival (Uk), Festival Internazionale di Hammamet (Tunisia) sono solo alcune delle importanti manifestazioni a cui Matthew Lee ha partecipato.

Dina De Fina

Grande successo per il Premio Moda “Città dei Sassi”, sensualità, passione, originalità, internazionalità nel segno dello stile e dell’eleganza, questi gli elementi che hanno caratterizzato la settima edizione del Concorso Internazionale per Stilisti dell’Alta Moda. Lo scopo del concorso è di individuare, valorizzare e premiare creativi, designers per scoprire stilisti emergenti e/o di professionisti nel campo della moda femminile e di valorizzarne il talento nella splendida cornice dei “Sassi” di Matera.

La manifestazione, organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto con il patrocinio della Regione Basilicata, del Comune di Matera, della Provincia di Matera, dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, del Comitato Matera 2019, del CNA-Federmoda, della Lucana Film Commission con la direzione artistica di Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo,  coreografie e regia di Stefania Coralluzzo, scenografie Marianna Coretti, coordinatore musicale Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa Nicola Altomonte, assistente Ileana Mazzei, media partners Agon Channel e Collezioni Haute Couture, testata di riferimento nel settore da circa trent’anni, è stata presentata dalla conduttrice televisiva e showgirl Veronica Maya e si è svolta nella splendida Piazza San Francesco d’Assisi di Matera.

Otto i concorrenti in gara: Johanth Chacon, Stefano Montarone e Carlo Cecchini, Luca Tomassoli, Andrea Perrino, Bruno Jaison, Daniele Desiati, Annalisa Di Lazzaro, Priscilla Aceti. 

Daniele Desiati vincitore Premio Moda Città dei Sassi, Premio Critica, Premio Collezioni Haute Couture

Vincitore della settima edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” è stato lo stilista tarantino Daniele Desiati al quale è stato riconosciuto anche il Premio della Critica e il Premio Speciale “Collezioni Haute Couture” consegnato dall’executive fashion editor Dina De Fina che l’ha scelto per “il sofisticato connubio tra sperimentazione e tradizione sartoriale, la couture contemporanea è il nuovo e la tradizione insieme, e Daniele ha dimostrato che tale simbiosi è possibile”

Il Premio Moda al Cinema, dedicato quest’anno all’attrice Anita Ekberg icona del cinema e dello stile nel mondo e il Premio Moda “Matera 2019” è stato assegnato allo stilista venezuelano Johanth Chacon.

Ha ricevuto il Premio alla Carriera la giornalista storica di Rai1 Paola Cacianti acuta osservatrice della moda e delle sue evoluzioni, attenta ai fenomeni economici e di costume che da più di 30 anni svolge la propria attività nel campo della moda con professionalità e passione mentre Cinzia Malvini giornalista de La7 e direttore responsabile di Book Moda ha ricevuto il Premio Speciale Giornalismo Moda per aver creduto sin dalle prime edizioni nella portata del Premio Moda “Città dei Sassi” quale vetrina nazionale ed internazionale per la promozione del talento dei giovani stilisti.

Altro Premio Speciale Giornalismo alla giornalista e conduttrice di origine lucana del TG Norba 24 Francesca Rodolfo per essersi distinta nel mondo del giornalismo portando il nome della Basilicata nel mondo con i suoi telegiornali.

Premio Speciale al Cinema è stato riconosciuto all’attrice di origine lucana Anna Rita Del Piano che ha saputo rappresentare l’operosità e le capacità professionale dei lucani nel mondo adoperandosi per la diffusione e la conoscenza dell’identità regionale. In tale occasione l’attrice ha presentato un mini-monologo immaginario di Fellini che parla di Matera, redatto dal giornalista e scrittore Damiano Laterza. Un lavoro molto serio, sono state sbobinate tutte le interviste a Fellini trovate in rete, le parole chiave che sono venute fuori, le più usate, sono quelle che costituiscono l’ossatura del testo; le stesse sono state riassemblate a formare un testo di senso compiuto su Matera; il lavoro è stato realizzato utilizzando come riferimento la sconfinata bibliografia critica felliniana e cercando di adattare il contenuto al pensiero del maestro, basandosi sulla psicanalisi Junghiana.

Una targa di riconoscimento alle maison Gattinoni che da oltre 70 anni della sua fondazione rappresenta stabilmente un nome di eccellenza nel panorama dell’Alta Moda Italiana e Chiara Boni per aver creato uno stile che va al di là “delle mode” per diventare linguaggio moderno del suo gusto, della sua eleganza, della sua cultura rappresentando nel mondo la vera preziosa unicità del Made in Italy.

L’edizione 2015 si arricchisce di nuove e importanti collaborazioni con l’organizzazione Russa “MKMM” (Mosca Concorso di Giovani Stilisti) . Al Premio Moda Città dei Sassi ha partecipato fuori concorso la stilista proveniente dalla Russia Ekaterina Samokhina che ha presentato “Illusion” la sua collezione primavera/estate 2015.

Ad aprire la serata con un video dedicato all’attrice Anita Ekberg tratto dal film “La Dolce Vita”, dopo la presentazione della giuria la serata è proseguita con la collezione autunno/inverno 2015-2016 de La Petite Robe di Chiara Boni, è una fotografia d’interno nella cornice di un’eleganza senza tempo. Lo stile, ispirato alla femminilità di tutte le epoche, viene tradotto nella contemporaneità delle donne.

Lo spazio poi è stato dedicato ai giovani stilisti con le sfilate dei primi concorrenti: “L’inconnue de la Seine” il tema della collezione di Annalisa Di Lazzaro, “Costruzione del sogno”, incontro tra fluido e solido Luca Tommasoli, “Miss Dolly” il mondo del teatro e sfarzo sovietico di Jaison Brown, “Nature’s Beauty” collezione ispirata alla natura di Andrea Perrino, “Il Fiore della Vita” collezione ispirata all’amore dello stilista venezuelano Johanth Chacon, s’ispira all’ILVA lo stilista tarantino Daniele Desiati, “Essenza” connubio tra magia e fantasia la collezione di Stefano Montarone e Carlo Cecchini. A chiudere la gara Priscilla Aceti con la sua collezione “Cose belle di una volta” s’ispira alla sartoria italiana.

Poi nuovamente protagonisti i veterani dell’Alta Moda con l’omaggio dello stilista di origine lucana Michele Miglionico alla città di Matera e alla Basilicata con undici outfits che si ispirano alle madonne venerate nella sua regione, già presentata una capsule collection nella precedente edizione e che vedrà la presenza dell’intera collezione all’Expo di Milano.

Il couturier ha scelto come base musicale, per narrare la terra di Basilicata, uno struggente canto dei Kailia “La Carpinese” del compositore Giovanni Chirico che offre uno spaccato vero di quella che era la società rurale nei tempi passati e mostra nella sua melodia i legami con altre culture musicali del Mediterraneo e ricca di colori ritmici, sfumature sonore che arrivano dal mare.

A fine evento si sono esibiti Federico Stefanacci (vincitore della 6^ edizione) che ha presentato una collezione dedicata alla Città di Matera designata Capitale Europea della Cultura 2019, a chiudere la serata l’eleganza e l’estro creativo della maison Gattinoni con la collezione alta moda primavera/estate 2015, firmata dal direttore creativo Guillermo Mariotto, che si ispira all’arte culinaria, una sinfonia di forme profumi e sapori.

Momento commovente è stato l’omaggio al cantautore lucano Mango scomparso recentemente seguito dalla lettura della lettera della moglie Laura Valente “Cari amici, un caro saluto a tutti e un grazie di cuore per l’omaggio che stasera avete voluto fare a Pino. Una serata dedicata alla bellezza che lui ha sempre cercato in questa vita, sia con la sua musica, sia nei piccoli gesti di tutti i giorni. C’è tanta bellezza in questa Lucania, affascinante e pura, la sua terra, le sue radici, il suo orgoglio, che è nostro! Un abbraccio a tutti”.

Dina De Fina

A decretare i vincitori una prestigiosa giuria di addetti ai lavori (giornalisti, stilisti, consulente d’immagini, associazioni di categoria ed istituzioni): La giuria composta dai creatori di moda: Chiara Boni, (stilista), Michele Miglionico (stilista), Paolo Fumarulo (stilista), dai giornalisti: Paola Cacianti (storica critica di moda, Rai1-Top Tutto quanto fa tendenza), Cinzia Malvini (LA7, Book Moda), Paola Acquati (X-Style Mediaset),  Dina De Fina (Collezioni Haute Couture), Bea Spediacci (La7d), Veronica Timperi (Il Messaggero, Leggo), Edoardo Dé Giorgio (capo ufficio stampa della maison Gattinoni), da Cinzia Scarciolla (direttore testata giornalistica online Aftertime.it), dai consulenti d’immagine: Nicola Acella e Antonio Riccardo, dalle associazioni di categoria: Leo Montemurro (CNA-Federmoda).

Il look delle modelle è stato curato da Cipriani & Nancy Group – Partner Ufficiale, per l’hair stylist Giampaolo Cipriani ed Enzo Estilo Di Liddo, per il make up – Partner Ufficiale Giuseppe Chiatante, entrambi concessionari dei marchi: Z One Concept e Voilà make up Diego della Palma, le fotografie sono di Donato Cellamare, Enzo Dell’Atti, Antonio Dimita.

Una Matera diversa, piena di fascino e intrisa di evocazione, bellezza, lusso e internazionalità. Una eleganza, romantica e lieve, efficace per far conoscere culture diverse, per valorizzare e salvaguardare la Lucanità e il “Made in Italy” unico nel mondo.

Dopo «Stop the Rain» e “Livin’ Again», per questo tredicesimo videoclip della sua carriera, Osvaldo propone il lato più provocatorio e autoironico di se, elementi che uniti al sound completamente internazionale delle sue produzioni, lo hanno reso negli anni sicuramente unico all’interno del panorama musicale italiano.

In «Wet Dream» Osvaldo è il chip leader di una partita a pocker che ha in palio un premio piuttosto curioso. Tra flashback mentali e contesti insoliti, il video è una carellata travolgente di fantasie con un finale inaspettato.

Alla regia per la prima volta suo fratello Giovanni Pio, che insieme all’artista ne ha ideato la storia ed ha seguito tutta la realizzazione. «Avere Giovanni dall’altra parte della camera mi ha reso sicuramente molto più tranquillo.»racconta Osvaldo.

«Tutto è nato molto naturalmente, forse dalla sintonia che tra noi ormai si è creata, non solo perchè siamo fratelli ma soprattutto per l’interesse che abbiamo in comune nella cultura pop, nella comunicazione visiva e nella ricerca di progetti sempre più stimolanti».


Oltre ad accompagnare la promozione dell’ultimo album, il videoclip di «Wet Dream” da il via al «BEHIND THE CURTAIN TOUR” in partenza il 19 giugno da Barcellona, che toccherà le maggiori capitali Europee e città Italiane e di cui le date saranno disponibili dai prossimi giorni sul sito ufficiale: www.osvaldosupino.com

Solo negli ultimi 2 anni Osvaldo Supino ha piazzato 2 album e 5 singoli in Top10 su iTunes, oltre 4 milioni di views conteggiate solo nel 2014, e detiene il record come unico artista italiano nominato 3 volte ai BT Digital Awards in Inghilterra. Vincitore di un Premio Unicef, 1 nickelclip award, 2 nomination ai Premi Pivi, è stato l’unico artista italiano a rappresentare l’Italia al Festival Internazionale contro il bullismo a New York.

Padova Pride Village

Dopo la grande festa di apertura che ha visto una straordinaria Fiorella Mannoia inaugurare ufficialmente la kermesse, la programmazione del Padova Pride Village entra a regime proponendo, da mercoledì 24 a sabato 27 giugno, un fitto calendario di appuntamenti musicali e culturali che vedranno ospiti, tra gli altri, Marcella Bella, Carolina Marquez, il giornalista Claudio Rossi Marcelli e la scrittrice Cristiana Alicata.

Interprete di brani che hanno segnato la storia della musica Italiana dagli anni sessanta ad oggi, mercoledì 24 giugno arriva sul palco del Padova Prive VillageMarcella Bella, forte dello straordinario successo teatrale e televisivo di “Una bella serata”, al Teatro Dal Verme di Milano che ha visto l’artista esibirsi sul palco, in un concerto in onore del fratello Gianni, con artisti da tempo vicini ai fratelli Bella come Loredana Bertè, Umberto Tozzi, Mario Biondi, Mario Lavezzi, Mogol e di alcune nuove voci del panorama italiano, quali Annalisa Scarrone e Deborah Iurato. Il live vedrà l’artista proporre dal vivo i brani indimenticabili che l’anno resa un’artista molto amata: da “Nell’Aria”, a “Montagne Verdi”, “Femmina Bella”, “Malecon”, “Fa Chic”.

Lo spazio “F.A.Q. Frequently As Queer” del Circolo Tralaltro Arcigay di Padova ospiterà, alle 21.30, il giornalista e scrittore Claudio Rossi Marcelli. Firma del settimanale «Internazionale» dove, fra l’altro, cura rubriche «Le regole» e «Dear Daddy», e autore, nel 2011, del libro autobiografico “Hello daddy!”, al Village presenterà il suo ultimo romanzo “E il cuore salta un battito” (2015, Ed. Mondadori). Il libro, anch’esso autobiografico, racconta la storia d’amore tra Claudio e Manlio, due diciannovenni, seguendoli tra i primi appuntamenti, le pause di riflessione, i tradimenti, la scelta di andare a vivere insieme, i genitori che si mettono in mezzo, fino al matrimonio. Quella tra Claudio e Manlio potrebbe essere una storia come tante, eppure il mondo li guarda con profondo stupore e curiosità perché nel 1996 le giovani coppie gay conclamate sono una sconvolgente novità. La loro storia è l’istantanea di quel momento magico, tra i venti e i trent’anni, in cui si vive in balìa delle emozioni mentre, senza accorgersene, si gettano le basi del resto della propria vita. Intorno ai protagonisti c’è la Roma degli anni Novanta, con i locali e le musiche in voga, il suo ottimismo per un’Italia che sembra sia ripartita da zero.

La serata inizierà alle 20.00 con l’aperitivo musicale sul boulevard e la Social Timeline, gossip, curiosità dal mondo e musica. Dopo il concerto di Marcella Bella, la musica prosegue con “Disco #Redpassion”: Giusva e Sara Angelini vi faranno divertire e ballare fino alle due con la musica di Frenzy DJ, finalista nel 2012 del concorso “She Can Dj”, il contest per scoprire la migliore DJ donna italiana, organizzato da EMI music. (Ingresso: €10 dalle 20.00 alle 23.30 € 5 dalle 23.30 alle 2.00).

Musica protagonista anche giovedì 25 giugno quando sul palco esterno della “Festa di tutti” salirà la cantante, produttrice e autrice Carolina Marquez, una delle artiste più influenti della scena dance italiana. Carolina Marquez ha esordito nella scena dance nel 1998 con il suo primo singolo “S.E.X.O S.E.X.O” da lei scritto, cantato e prodotto, subito diventato una successo. Negli anni Novanta ha scalato le classifiche Italiane ed Europee posizionandosi nelle Top Ten con otto singoli entrati a far parte del suo primo album “Mas Musica”. Nel 2004 Carolina ritorna con un singolo che, nel giro di pochi giorni, ottiene successo a livello internazionale: “The Killer’s Song Vol.I”, contenente un campionamento del brano “Twisted Nerve”, originalmente composto da Bernard Herrmann utilizzato nella colonna sonora del film di Quentin Tarantino “Kill Bill vol. 1″. In contemporanea, lo esce l’album di remix “The Killer’s Song vol. 2” che arriva ai primi posti nelle classifiche di vendite, di Radio e TV in tutto il mondo e diventa il progetto musicale portabandiera del “Made in Italy” nell’evento One Night “Samurai” di Ibiza. Altro brano di grande successo è il singolo “Sing la la la” con Flo Rida Feat. Dale Saunders, vincitore del Disco D’Oro, e uno dei più grandi tormentoni dell’estate 2013. Nello stesso anno esce il nuovo singolo “Get On The Floor” con la collaborazione prestigiosa di Pitbull, Dale Saunders & Roscoe Umali. L’anno successivo esce il suo nuovo singolo “Super”. Nel corso della serata al Village Carolina racconterà la sua storia e canterà i suoi più grandi successi.

Dopo l’aperitivo musicale, al Village sarà il momento di Beauty Pills, l’universo di bellezza con consigli di bellezza, rivisitato in chiave Drag. Fino alle due Nanà eMinerva faranno scatenare il pubblico a tempo di musica con Deep Sasha DJ. (Ingresso gratuito).

Venerdì 26 giugno il Padova Pride Village aprirà i cancelli sempre alle 20.00, all’insegna delle Icons, il mondo delle icone della musica e della televisione, raccontate con video e a aneddoti “svisti e mai visti”.

Il palco del Circolo Tralaltro Arcigay di Padova, alle 21.30, ospiterà i rappresentanti di Polis Aperta, un’associazione nata per volontà di un gruppo di persone che svolgono il proprio servizio nelle forze di polizia e nelle forze armate, che condividono oltre al lavoro, anche l’orientamento affettivo omosessuale. Polis Aperta fa parte di una rete europea di associazioni LGBT, l’European Gay Police Network e il suo obiettivo principale è quello di lottare contro tutte le discriminazioni e in special modo contro quelle fondate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere. Si prefigge inoltre di affrontare, all’interno del mondo militare e delle forze di polizia, la questione sessuale in modo da creare un ambiente più sereno e più rispettoso delle persone gay e lesbiche che servono il Paese in uniforme.

Sul boulevard, Mizzy Collant e Giusva daranno via al primo appuntamento di “Drag Your Talent”, gara all’ultima parrucca che vedrà sette drag queen sfidarsi sul tema “Giro du Mundo”. Al termine, doppio appuntamento con la musica dance: al Palavillage disco Commercial-House con Albert DJ. Sul Boulevard Disco Pop con Mattia Matthew DJ. (Ingresso gratuito dalle 20.00 alle 21.00; € 6 dalle 21.00 alle 4.00).

Si apre all’insegna della cultura, sabato 27 giugno, l’ultimo appuntamento settimanale del Padova Pride Village. Ospite sul palco del Boulevard sarà la scrittriceCristiana Alicata che, insieme ad Alessandro Zan, presenterà il suo libro “Ho dormito con te tutta la notte” (Hacca, 2014).  Il passato è un mosaico di affetti irrisolti, guerre, armistizi, traslochi e fughe e la ricerca del tempo perduto può essere, a volte, l’unico modo di ritrovarsi. Una storia che vede una famiglia sfaldarsi e in qualche modo misterioso ricomporsi nel ricordo. Una storia in cui i fantasmi dei vecchi amori ritornano e sono nuove persone, nuove avventure, nuova vita. Una storia di abbandoni, e di ritrovamenti. In questo romanzo Cristiana Alicata, già autrice di Quattro (Il Dito e La Luna, 2006) e Verrai a trovarmi d’inverno(Hacca, 2011) ha messo su carta con una sincerità e una grazia speciali il cuore dei suoi personaggi.

Alle 21.30 allo spazio “F.A.Q. Frequently As Queer”, inizia la proiezione di “Più buio di mezzanotte” di Sebastiano Riso (Italia 2014 – 94’) in concorso allaSemaine de la Critique al Festival di Cannes 2014. Il film è ispirato a una storia vera nella Catania degli anni ’80, quella di Davide Cordova, in arte Fuxia, drag queen del famoso locale Muccassassina di Roma. Più buio di mezzanotte, racconta l’emancipazione e la formazione di Davide, un adolescente ‘diverso’ dagli altri coetanei per il suo aspetto un po’ femminile, che fa i conti con l’omosessualità non accettata in famiglia: un padre violento e un’affettuosa madre ipovedente ma succube del marito. In fuga da quella casa Davide scopre un altro mondo a Villa Bellini, una comunità di emarginati, gay e travestiti che lo accoglie per quello che è. Ma c’è anche chi i ragazzini li ‘protegge’ e li sfrutta come “l’uomo in bianco”, impersonato da Pippo Delbono. E’ questo il percorso obbligato che compie il protagonista adolescente per affermare con sofferenza la propria identità.

Sul Boulevard L.E.O. e Miss Linda saranno impegnati in “Back To TV Show”, riportano sul palco in modo esilarante un grande successo televisivo senza tempo. Il padiglione 11 della Fiera di Padova si trasformerà in una “Fluo Jungle” con l’animazione del Padova Pride Village e la bravura di Mr. Roger DJ, mentre nel palco esterno si balla con Thomas Dill DJ. (Ingresso gratuito dalle 20.00 alle 21.00; € 6 dalle 21.00 alle 23.30; € 15 (con 1 free drink in omaggio) dalle 23.30 alle 4.00)

Chissà come sarebbe andata se fossero rimaste le Provs Destination. Non lo sapremo mai perché nella sesta edizione del talent show X Factor, l’allora giudice Arisa aveva intuito che le giovanissime sorelle gemelle Giulia e Silvia Provvedi avevano non solo un innato talento per il mondo dello spettacolo, ma anche un punto di riferimento nel firmamento musicale italiano: Donatella Rettore. Da quel momento le allora 18enni modenesi divennero le Donatella.

Vincitrici dell’ultima trionfale edizione de L’Isola dei Famosi, le Donatella si lanciano con il loro incontenibile entusiasmo in questo nuovo progetto, il brano Donatella: «Non lo vediamo come un singolo vero e proprio ma come un divertimento in musica, un regalo a tutti i nostri fan in perfetto stile Donatella: energico, pieno di vita e travolgente!» 

Con questa scelta vogliono naturalmente rendere omaggio alla regina del synth pop anni ’80 che ha ispirato il loro nome d’arte: Donatella Rettore. «Per noi si realizza un sogno -­? dichiarano: abbiamo sempre desiderato conoscere Donatella Rettore e finalmente ce l’abbiamo fatta! Questo progetto ci riempie di orgoglio: una rivisitazione moderna in chiave dance del famoso brano del 1981, che abbiamo sempre amato moltissimo per la sua ironia e sregolatezza. Questo progetto ci rappresenta completamente, grazie anche al lavoro importantissimo e stupendo fatto da Tommy Vee e Mauro Ferrucci che hanno prodotto e arrangiato questa nostra rivisitazione.» 

Il brano, che regalò alla Rettore la vittoria al Festivalbar, fu un successo clamoroso. Ancora oggi è un evergreen immancabile in qualunque emittente radiofonica.

La presenza di un’appassionata Rettore in questa rilettura di Donatella dimostra la reciproca stima tra le gemelle e la cantante di Castelfranco Veneto. Il suo, più che un featuring è una benedizione a due giovani ragazze in cui si rivede per lo spirito e lo sfacciato entusiasmo. «Mi ha sempre fatto piacere lavorare con le nuove generazioni ? racconta la Rettore. Scoprire che ci sono due ragazze modenesi di 21 anni che si chiamano Donatella in omaggio a me mi ha reso naturalmente orgogliosa! Silvia e Giulia mi sono sempre piaciute molto, fin da Xfactor: Giulia in particolare ricordava tantissimo me ai tempi di Lamette, che poi hanno anche cantato in trasmissione. Ritrovo in loro la mia stessa allegra stravaganza, la voglia di vivere, di fare, di mettersi in gioco e rischiare, di essere sempre se stesse con sincerità. Mi colpiscono la loro determinazione e tempra, stanno dimostrando di avere grande carattere. Sono davvero due ragazze che hanno il senso del sacrificio, l’amore per l’avventura e una dose di energia e di ottimismo fuori dal comune. In questo momento così grigio e monotono le Donatella sono una ventata di freschezza, anzi di più: sono una cascata di bollicine! Mi piace molto questa versione di Donatella, fosse stato per me l’avrei rifatta esattamente così: tutto quello che fa ballare e divertire è una medicina per lo spirito.»

E infatti la rilettura di questo evergreen rende giustizia all’originale mantenendo fede allo spirito ballabile, modernizzandone il concetto. L’andamento in levare è saldamente confermato, ma il beat è decisamente più techno, con rari accenni di big beat.