sabato 28 febbraio 2015

Cerca Uomo Gay

Lady Gaga rischia una multa per propaganda gay in Russia

lady gaga concerto mosca

Lady Gaga ormai è sulla bocca di tutti: chiunque la conosce, ogni giorno si parla di lei e i suoi fans non possono più fare a meno di seguirla. Dopo una clamorosa esibizione con i “The Rolling Stones” e un cappello sadomaso da far gridare allo “scandalo”, si parla nuovamente di lei in occasione del concerto che la cantante ha tenuto a Mosca lo scorso dodici dicembre. Durante il suo show la signorina Germanotta ha inserito un discorso dedicato agli omosessuali russi, scatenando l’ira dei deputati di San Pietroburgo (primo fra tutti Vitaly Milonov) promotori della legge anti-gay. Tutto questo accade perché in Russia la propaganda a favore degli omosessuali è reato e chi infrange tale ordinamento rischia fino a 50.000 dollari di multa.

La cantante americana, regina degli eccessi, infatti, si è schierata con i suoi fans gay, invitandoli a far sentire la loro voce contro ogni forma di proibizionismo della libertà. Questo le frasi incriminate:

Dove sono tutti i miei figli gay? Stanotte questa è casa mia, Russia. E potete essere gay nella mia casa. E se avrete mai bisogno di me, basta una telefonata.

E’ assurdo come nel 2012 possa accadere tutto ciò, ma la Russia è ormai famosa per simili eventi: basti pensare a Madonna, accusata di propaganda gay in occasione del suo concerto a San Pietroburgo e poi assolta, oppure a Nikolai Alexeyev, leader degli omosessuali russi, arrestato mentre manifestava davanti alla sede del governo.

Cambierà mai qualcosa?

 

You may also like

0 comments

Sign In

Reset Your Password