Il museo dello spionaggio a Berlino | PianetaGay

Cerca Uomo Gay

Il museo dello spionaggio a Berlino

Il Museo dello Spionaggio a Berlino ha aperto i battenti nell’autunno del 2015, conquistando la curiosità di tutti i turisti, oltre che – ovviamente – degli appassionati di storia. Situato sulla Leipziger Platz, a poca distanza dalla ben più celebre Potsdamer Platz, permette a chi lo visita di essere protagonista di un viaggio metaforico nel mondo dei servizi segreti e dello spionaggio, in un percorso che inizia all’epoca della Guerra Fredda per giungere ai tempi più recenti. L’esposizione di oggetti curiosi, tra cui le telecamere che venivano nascoste nelle giacche o le valigette a infrarossi (senza dimenticare le scatole che contenevano le campionature degli odori), suscita l’attenzione di grandi e piccini.

German Spy Museum Berlin - Deutsches Spionagemuseum Berlin

Il Museo dello Spionaggio (o Spy Museum, se si vuole adottare la dicitura internazionale) potrebbe essere definito come una sorta di Luna Park del settore, proprio per la sua capacità di coniugare intrattenimento e approfondimento storico. In una città come la capitale tedesca, che accoglie poco meno di 200 musei, questa struttura è stata in grado nel giro di poco tempo di conquistare una posizione di rilievo: l’obiettivo iniziale era, in effetti, quello di arrivare a non meno di mezzo milione di visitatori all’anno. Un’ambizione non da poco, soprattutto se si tiene conto del fatto che il biglietto di ingresso ha un prezzo di 18 euro: anche per questo motivo viene proposto un pacchetto speciale per le famiglie a un costo complessivo di 49 euro per genitori e al massimo tre figli under 16.

Lo Spy Museum, Berlino capitale delle spie

Gli ideatori del Museo dello Spionaggio lo hanno messo a punto nel giro di una decina di anni: un progetto che ha richiesto tempo, dunque, ma che ora consente di osservare, su una superficie che si estende su 3mila metri quadri, circa 300 oggetti in esposizione (senza trascurare il fatto che altri 3mila reperti sono conservati nei magazzini).

Il museo dello spionaggio a Berlino

Dagli agenti veneziani dell’epoca di Casanova a Le Carrè, passando per Mata Hari: sono questi solo alcuni dei numerosi temi che possono essere esplorati all’interno dello Spy Museum, che, ovviamente, non può fare a meno di dedicare un angolo anche al capo del controspionaggio della Ddr, Markus Wolf, ovvero “la spia che venne dal freddo”. Tra le caratteristiche che rendono la struttura ancora più interessante, c’è il fatto che sia stata realizzata nel punto in cui si trovava fino al 1989 il Muro di Berlino: non poteva essere scelta una location più simbolica per parlare di spie.

Deutsches Spionagemuseum / German Spy Museum Berlin
Leipziger Platz 9, 10117 Berlin. Telefon: 030 398200451
Öffnungszeiten: 
Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici!

You may also like

0 comments

By 

Sign In

Register

Reset Your Password

X