venerdì 22 maggio 2015

Cerca Uomo Gay

Omovies, il festival del cinema gay a Napoli

Omovies 2012

Da oggi 17 Dicembre fino al 19, si terrà a Napoli la quinta edizione del festival internazionale di cinema omosessuale e questioning Omovies, uno degli eventi più importanti e seguiti in assoluto, soprattutto nel Sud Italia, che si articola in una selezione di corto e mediometraggi a tematica gay, lesbica, trans e queer.

Non è casuale la scelta della location napoletana per questo importante evento, visto da tutti come esempio positivo da cui trarre ispirazione e nuove proposte per la comunità LGBT. Napoli, infatti, rappresenta un polo giovanile di tutto rispetto in Italia e Omovies intende, in un certo senso, essere promotore, in questo vivace polo, di nuove tendenze lavorative (attraverso la creazione del concorso dedicato ai corto) e di un nuovo modo di partecipazione giovanile, che interessa da vicino i ragazzi gay.

Il festival, ideato da Carlo Cremona e Marco Taglialatela e promosso dall’Associazione di Promozione Sociale i Ken Onlus, è un progetto che mira a diffondere un messaggio molto chiaro al pubblico, soprattutto verso i giovani delle fasce più marginali della città partenopea e della Campania, ovvero la diffusione della Cultura dell’Amore e il rispetto delle sue Differenze.

Non è un caso, quindi, che l’evento, il cui valore socio – culturale è enfatizzato dalle numerose iniziative collaterali, quali dibattiti, mostre, party e incontri sul cinema a tema, funzioni alla perfezione anche come aggregatore sociale, oltre che come luogo di riflessione, condivisione di idee e socializzazione per i ragazzi che partecipano. Non solo: grazie alle potenzialità offerte dal mezzo cinematografico, Omovies si configura come eccezionale opportunità di contaminazione tra mondo giovanile e adulti.

Partecipando alle iniziative del festival e alle proiezioni, si potrà prendere parte attivamente anche alla lotta per contrastare e fermare le discriminazioni verso la comunità gay ed eliminare i fastidiosi pregiudizi e luoghi comuni, seguendo un percorso di informazione e formazione fatto di immagini in movimento, suoni, parole e, soprattutto, emozioni. Perché, in fin dei conti, l’idea di Omovies è proprio questa: descrivere e capire attraverso l’arte cinematografica in che modo il mondo omosessuale viene percepito e compreso da fuori, ossia dal resto del mondo in cui viviamo.

Il festival ha già avuto un grande successo nel corso delle edizioni passate e di sicuro ne avrà ancora di più quest’anno, in un periodo in cui l’orgoglio gay è schiacciato da ignobili e codardi messaggi omofobi. A questo proposito, va detto che l’Associazione i Ken Onlus ha, di recente, promosso anche un incontro aperto alle scolaresche della città di Napoli per affrontare i temi del rispetto delle differenze e del contrasto al bullismo omofobico in ogni contesto sociale, dalla scuola al luogo di lavoro.

Durante l’incontro, organizzato per ricordare il tragico suicidio di Andrea, l’adolescente romano deriso dagli altri ragazzi della sua scuola per indossare vestiti rosa (ed è proprio a questo colore che si è rifatta l’Associazione per promuovere l’evento, unico in Italia ad essere stato organizzato dopo la morte del ragazzo), si è avuta anche la preziosa testimonianza di uno studente liceale di Ischia che, dopo essersi candidato alle elezioni come rappresentante di istituto, è stato insultato da molti suoi compagni, tanto da trovarsi, all’ingresso della scuola, la scritta “Non votate il frocio”.

A maggior ragione, si sente la necessità di puntare su manifestazioni culturali come Omovies, che si è sempre distinto per aver promosso il rispetto verso la comunità gay, il superamento degli stereotipi e la lotta all’omofobia. Tutte le proiezioni e i dibattiti sono a ingresso gratuito e si terranno presso il cinema Academy Astra. Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito ufficiale dell’evento.

You may also like

Sign In

Reset Your Password