venerdì 27 febbraio 2015

Cerca Uomo Gay

L’autogol di Paolo Villaggio

paolo-villaggio

Paolo VillaggioPaolo Villaggio e la dichiarazione shock sui gay. Poi puntualizza: “Voto Beppe Grillo”

Ci sono dei personaggi dello spettacolo che dovrebbero limitarsi  solo al loro lavoro. Oppure nemmeno a quello, se gli ultimi film decenti in cui hanno lavorato risalgono a quando non esistevano i cellulari. Uno di essi è di certo Paolo Villaggio, reduce dalle dichiarazioni infelici e inopportune contro le Paralimpiadi dell’estate scorsa.

Lo ha rifatto. Intervistato da Radio24 a proposito dell’affermazione di Ignazio La Russa sul fatto che  “da genitori gay è facile che nascano figli gay”, il “comico”, volendo dimostrarsi aperto e comprensivo ha, se possibile, peggiorato la già infelice frase del politico.

Come è successo? Semplice. Ha affermato che l’omosessualità è una “malattia genetica”, un incidente, che i gay vanno capiti perché, poverini, vivono senza amore, facendo sesso quà e là in modo occasionale e senza mai avere un legame affettivo.

Parlando di Fabrizio Corona, ha poi detto la sua, prospettando che sarà sicuramente  sodomizzato da tutti i suoi compagni di carcere. Viene da pensare che il nonnetto abbia un po’ il chiodo fisso: che sia la mancanza di attività a causare tutte questi discorsi morbosi e pruriginosi? Il dubbio non può non coglierci. Nel 2013 un attore che parla ancora di “anomalie” riferendosi agli omosessuali, un po’ fa paura un po’ mette tristezza. E indica anche che in un ambiente libero come quello del cinema, il signor Villaggio non si è mai soffermato a parlare con colleghi gay. Altrimenti saprebbe che vivono vite piene, dove c’è amore e passione e non solo sesso.

E che, quando vogliono vedere un film, forse scelgono pellicole di attori di altro genere: Mastroianni, Troisi, Gassman, Manfredi…gente che ha lavorato in opere di qualità fino alla fine. Che sia un’anomalia genetica quella che ti porta a recitare per  anni e anni in film insulsi?

You may also like

1 comments

  1. iTamma 2 anni ago

    purtroppo la sua frase è ciò che traspare dal mondo gay “medio”….ragazzi che scopano ad minchiam in discoteche e poi predicano i diritti…
    SENZ’ALTRO nel 2013 nessun essere umano deve essere libero di fare un’affermazione del genere…

    Like Dislike

Sign In

Reset Your Password