Saune Gay a Milano: relax e sensualità si incontrano

Cerca Uomo Gay

Saune Gay a Milano: relax e sensualità si incontrano

saune gay milano

Le migliori Saune Gay a Milano

Si chiama The Ritz il film statunitense a firma di Richard Lester del 1976, tradotto in Italia “Il vizietto americano”, che fece scalpore perchè fu uno dei primi film, che sbarcò anche in varie sale cinematografiche internazionali del tempo, la cui narrazione si svolgeva gran parte all’interno di una sauna gay, uno stabilimento balneare veniva chiamato dalla critica, in quanto, ancora, nel nostro Paese non esisteva tutto questo. Oltreoceano le saune sussistevano già da alcuni anni: luoghi di incontro, scambio, conversazione, molti erano gli eventi culturali che venivano promossi nelle serate, oltre che spazi dove poter vivere momenti di relax sensuale con il proprio partner o con i propri partner. Trasgressione e socialità avevano pieno diritto di cittadinanza in questi club che vennero subito chiusi, sempre negli States, nel periodo dell’avvento dei primi casi di AIDS. Nel film, la cui sceneggiatura è tratta dalla farsa di Terrence McNally, il protagonista si trova a dover fuggire al cognato imputato di omicidio e a rifugiarsi in una vera e propria sauna omosessuale, dove farà incontri e avverranno esperienze mai vissute prima, chiavi di volta dello svolgimento del soggetto. Di certo non possiamo dire, se proiettati nella stessa situazione, di poterci immedesimare nel protagonista principale, in quanto era eterosessuale e trovava in questo luogo di perdizione simpatica e di ristoro solamente asilo in una continua fuga. L’opera si basava sugli equivoci in un frangente molto stimolante a livello artistico e, per il periodo della sua produzione, originale: per noi ambienti di questo tipo diventano spazi di incontri proficui e sensuali, luoghi dove poter rilassarsi in compagnia e confrontarsi con nuove conoscenze, facendo anche amicizie e, come tante volte è successo, trovando il proprio partner.

Milano, una delle prime città, dopo Pisa nel 1983, a veder aprirsi una sauna omosessuale in Italia, offre diverse soluzioni per esigenze che vanno a cercare un luogo dove poter vivere ampiamente e totalmente la propria sessualità e creare spazi di socialità e di condivisione di esperienze umane. Dato che molta letteratura a tematica ha optato per ambientazioni di racconti in saune omosessuali di diverso genere, alcuni di noi con velleità da scrittore potrà di certo trovare ispirazione nei differenti club che la metropoli lombarda offre al visitatore e al turista.

Saune gay MIlano: la vasca idromassaggio della sauna Royal Hammam di Milano
La vasca idromassaggio della sauna Royal Hammam di Milano

Tra le saune gay di Milano la più grande è senza dubbio la Royal Hammam: è ubicata vicino alla Stazione Ferroviaria di Lambrate, in uno snodo centrale per i viaggi nazionali e interregionali, in Via Plezzo 16, ed è considerata molto giovanile, non solo per la clientela e la frequentazione, ampie sono le agevolazioni proposte per gli “under 25”, a partire dal costo dell’ingresso, 13-14 euro anziché 16-17, ma anche per lo stile e il design interno, votato alla confortevolezza e al rilassamento totale: duemila metri quadrati, luoghi e angoli intriganti, di certo eleganti, un bar con buffet e aperitivi molto gustosi, un bagno turco, giochi d’acqua in un’ampia e comoda vasca da bagno con idromassaggio e cascatelle che scrosciano nei lati, benefiche contro la cervicale. Prima di immergersi nella grande piscina, aperta nelle calde giornate estive e chiusa nei freddi giorni invernali, si può benissimo godere una doccia a vapore freddo e sedersi sulle panchine termoriscaldate. A tutto questo si aggiunge un massaggiatore che può ristorare così come può essere fatto entrando in stanze relax e in salottini con il partner o con i partner, con cui intrattenersi in conversazioni intriganti, passando piacevoli momenti in serena e giocosa compagnia.

Passiamo alla Fenix Sauna, non molto lontana dalla Royal, qualche fermata di metropolitana, linea 2 verde, Cimiano per l’esattezza: in questo ambiente, districato su due piani, si può trovare una clientela abituale differente da quella precedente. È amata soprattutto da coloro che adorano il genere bear o per bear che adorano ragazzi più snelli e magari da cacciare.

Saune gay a Milano: il bar della Fenix Sauna
Fenix Sauna Milano

Ma è solo una riduttiva volontà di categorizzare i frequentatori di uno spazio che è il più aperto e disponibile possibile, dando risposte alle attese, sensuali o aggregative quali esse siano, che uno si pone nel momento in cui varca l’atrio del locale. La sauna è aperta da giovedì a domenica dalle 12,00, è un circolo dell’ANDOS e dell’Arcigay e l’ingresso è possibile solo per coloro che, uomini biologici, siano in possesso della One Pass o della Uno Club Card.

In una zona sempre strategica, a poche fermate della stessa linea del metro, la 2 verde, risultando essere molto frequentata anche da parte di turisti che, per l’occasione della vicinanza alla Stazione Centrale, possono godersi qualche ritaglio di relax tra un viaggio e un altro, sia esso di piacere sia, maggior ragione, di lavoro, è situata la Metrò Sauna Centrale, Via Schiapparelli 1, a cui si accede tramite il passaggio in un cortile.

Sauna Metro Milano Centrale - Saune gay a Milano
Sauna Metro Milano Centrale

La sauna gay Metrò di Milano Centrale è aperta tutti i giorni dalle 12 alle 1,30 e prevede un ingresso al costo di 12,50 € per chi ha meno di 26 anni e 17 per chi ha più di 26 anni, ci si può arrivare anche con altre linee di trasporto, dai tram alla metropolitana, dalla navetta che ti porta all’aeroporto al treno, e si districa su tre piani comprendendo un ampio e spazioso spogliatoio, vicino all’ingresso, un’ampia e nuova vasca idromassaggio al piano terra, una sauna finlandese molto calda, due hammam dove poter gustare le fisicità altrui e tonificare la propria, un bar con ricco buffet, un’area fitness, dove allenare il proprio corpo, si sa che “mens sana in corpore sano” è un detto latino che ha tutt’ora un suo fondamento storico e filosofico, un servizio massaggi rigenerante, di gran lunga meglio di una semplice, seppure proficua e interessante, seduta di Yoga, una doccia solare, che purifica interamente la tua pelle e, non poteva mancare, un’area fumatori dove trovare sul tavolo centrale i magazine più letti in Italia e in Europa. Interessante è, poi, leggere sul sito ufficiale del locale che la gestione è sempre attenta alle varie richieste e accogliente e ha reso Metro Centrale più di una semplice sauna, offrendo non solo un buffet con frutta fresca nei mesi estivi e prelibati dolci nei mesi invernali, quindi pietanze  e piatti variabili in base alle stagioni, eventi organizzati con un particolare occhio puntato sulle scadenze annuali delle ricorrenze consuete, e, udite udite, la possibilità di presenziare ad alcuni incontri culturali a tematica, dalla letteratura ai temi giuridici sui diritti delle persone lgbt, dall’attualità al cinema e all’arte, all’interno della nuova Sala Meeting: un elemento è, questo ultimo, che rende questa sauna simile a quei tipici “stabilimenti balneari omosessuali” degli Stati Uniti degli anni 70, ritornando con la memoria ai fotogrammi del divertente film “The Ritz”.

Infine concludiamo questa breve panoramica sulle saune gay a Milano, garantendo opportunità di distacco dalla “frenesia” della quotidianità cittadina per immergersi in oasi di tranquillità e di sensualità, con due saune: Alexander’s Club in Via Pindaro 23, metropolitana linea 1 fermata Villa San Giovanni, aperta ogni giorno dalle 13 alle 1 e Sauna Magic, aperta il lunedì e dal mercoledì alla domenica dalle 11 alle 23, situata in Via Achille Maiocchi 8. Bar, buffet, aperitivi, ampio spazio per spogliatoio, armadietti dove riporre i propri oggetti personali e le vesti, bagno turco, sauna finlandese, vasca idromassaggio rilassante, dark room, lampada per abbronzarsi nonché, infine, massaggi sono elementi che si trovano nella prima delle due saune, dedita a organizzare eventi anche in prossimità del Capodanno, come Overjoy, la cui proposta, come si legge nel sito ufficiale, è quella di “offrire un super club, della buona musica a un prezzo modico” per la notte di San Silvestro. Un’ampia terrazza, invece, offre Magic Sauna, dove, d’estate, si può prendere il sole completamente “come mamma ci ha fatti”. Non ci resta che augurarvi il buon divertimento e rilassamento tra i vapori caldi e accoglienti e le acque frizzanti e mosse, nonché gli angoli di totale evasione fisica e mentale, che queste vere isole del piacere possono offrire al curioso e giustamente pretenzioso passante.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici!

Sign In

Register

Reset Your Password

X