martedì 27 gennaio 2015

Cerca Uomo Gay

Sesso

La rubrica dedicata al Sesso gay: le prime esperienze sessuali, consigli, suggerimenti, fantasie erotiche, sondaggi e molto altro

amore gay san valentino-home

Cosa fare per San Valentino? I problemi li hanno anche le coppie eterosessuali, figuriamoci le coppie gay! I locali non sono certo la scelta migliore per festeggiare la ricorrenza. In alcuni, si può essere scherniti o addirittura aggrediti se ci si scambia effusioni. E quelli riservati ai gay sono una tentazione, in una serata che dovrebbe essere intima. Meglio perciò prepararsi a uno strepitoso sesso di San Valentino nella tranquillità della propria casa. Un’ idea per iniziare bene la serata è quella di cucinare cibi afrodisiaci. La cena, con musica adatta, luci soffuse e un menu stimolante, è il preludio a tutto ciò che accadrà dopo.

sesso e amore gaySe si vuole giocare, si può chiamare uno spogliarellista per uno spettacolo privato. Starà poi alla coppia decidere se farlo restare per un po’ di sesso a tre (vedi Monogamia o Coppia Aperta? Come far funzionare una relazione gay aperta) o se, terminata l’esibizione, utilizzare l’ eccitazi0ne provata in totale intimità.

I classici cioccolatini di San Valentino, posizionati in zone erogene, possono costituire un eccitante passatempo. Con la massima calma, i due partners saranno pronti a scambiarsi i ruoli, per sposare il piacere del cioccolato a quello della pelle del compagno.

sesso tra gay a san valentino e amoreUsare giocattoli erotici è sempre un modo originale di corteggiarsi l’ un l’ altro. Lo stesso dicasi della doccia, o del bagno, magari accompagnati da essenze stimolanti, profumi che inebriano i sensi. Dopo questa esperienza, un massaggio rilassante aiuterà nella complicità e nel sentirsi più vicini. Non solo massaggiando le parti intime, ma insistendo su tutto il corpo, come in una prolungata carezza. Sono tanti i modi per passare un San Valentino appagante e ricco di buon sesso, basta non eccedere nel bere, perché i riflessi possono venire rallentati, e dare libero sfogo alle fantasie mai rivelate. Il sesso in una coppia non deve avere limiti, meno che mai a San Valentino!

sex-toys

Il sesso deve essere fantasia e voglia di sperimentare, e per questo ci sono i sexy shop. Purtroppo non sempre gli oggetti di piacere hanno prezzi abbordabili per tutti, e, anche se adesso possono essere acquistati on line, che fare se la voglia di “giocare” ci coglie all’improvviso e non c’è il tempo materiale di comprare uno di essi?

Il rimedio lo troviamo in casa, tra oggetti che sono stati creati per altri scopi, ma che possono benissimo adattarsi a far parte della nostra relazione sessuale.

Pensiamo per esempio alla comune spazzola per capelli. Essa può essere usata per “sculacciare” il partner, o per fargli un massaggio erotico, partendo da zone neutre come le spalle e la schiena, per arrivare a stimolare le aree più ricche di terminazioni nervose, più facilmente eccitabili.

Le forcine per forcine o becchi d’oca possono essere utilizzati come strumenti di “piacevoletortura” per stringere i capezzoli.

Chi possiede uno spazzolino elettrico, ha mai pensato di utilizzarlo come vibratore? Ovviamente, è necessario gettare la testina dopo l’uso! Ma è un ottimo eccitante, se appoggiato nella zona dell’ano e spinto un po’ in dentro.

In casa abbiamo anche tutto l’occorrente per preparare un olio lubrificante. Basta aggiungere al comune olio d’oliva un po’ di spezie, come la menta o la cannella. I prodotti naturali hanno come beneficio anche quello di non provocare allergie e intolleranze.

Altro ottimo alleato per una serata “hot” è la candela. Tutti ne possediamo, e le usiamo per creare un’atmosfera suggestiva. La cera calda è molto eccitante sulla pelle, e inoltre è facile da modellare, per poter realizzare un sex toy adatto all’ispirazione del momento.

Per chi vuole fare sesso estremo, c’è anche la possibilità di usare per il “bondage” cravatte, sciarpe e bandane. Insomma, la nostra casa è un vero e proprio sexy shop economico e naturale. Basta saper usare la fantasia, e non porsi freni inibitori di nessun tipo!

bacio gay

Il momento in cui ci si innamora, in cui si incontra qualcuno che accende tutti i nostri sensi, è uno dei più intensi che si provino in una vita intera. E’ tutto perfetto: la prima uscita in cui entrambi si sonda il terreno, la prima volta insieme, con la curiosità di scoprire il sesso in tutta la la sua pienezza, compreso cosa ama fare il partner a letto e quali sono le sue zone più erogene. Poi arrivano le telefonate inaspettate, i messaggini, i regali che fanno battere il cuore a mille all’ora…è così da sempre e per tutti. Che si abbiano diciotto anni o cinquanta, l’ innamoramento non perde mai la sua forza e il suo potere di sconvolgere totalmente la persona.

Poi, passano gli anni. Ci si rilassa. I jeans attillatti magari finiscono in fondo all’ armadio e in casa si sta in tuta. Le serate seguono un proprio iter ormai acquisito: televisione, cene con gli amici, palestra, videogiochi. La coppia che prima viveva di sensi e di emozioni diventa statica e abitudinaria. E i partners hanno quasi paura di introdurre cambiamenti per non far franare l’equilibrio su cui il rapposto è basato.

Niente di più sbagliato. Abitudini e novità possono andare di pari passo  e la passione non deve mai svanire. E’ naturale che quando si è in coppia non si abbia più voglia di uscire ogni sera per andare nei locali, ma ogni tanto si dovrebbe fare, per incontrare gente diversa dal solito gruppo di amici.

A letto, se mancano le idee, si può ricorrere a film erotici o a qualche nuova creazione dei sexy shop. Se la novità piace, diventerà un punto fermo del sesso a due. Se non piace, che male avrà fatto provarla?

Un’ altra buona soluzione per ridare verve a un rapporto un po’ stanco è quella di uscire anche da soli. Ritrovarsi dopo essere stati separati per una sera può diventare stimolante, e il racconto di ciò che si è visto o fatto  sicuramente arricchisce il legame.

Non si deve mai in ogni caso  rinunciare a curare il proprio aspetto fisico. E’ una forma di rispetto per se stessi e per il partner: se ci si trascura, si diventa meno attraenti e la relazione ne risente.

E’ faticoso impegnarsi quando si vive una storia da anni, ma ne vale la pena. L’ amore, se alimentato, non muore mai.

fellatio-gay

Sei consigli da seguire nella fellatio: il sesso orale gay trova un vademecum che può aumentare il piacere di entrambi i ragazzi che si trovano a praticarlo. Forse occorrerà parlarne con il proprio partner per scegliere quali consigli seguire; o forse occorrerà semplicemente praticare le varie idee che sorgono nel momento esaltante dell’incontro erotico?

Il sesso orale gay è una pratica fondamentale in un rapporto sessuale: lo è per noi omosessuali, lo è anche nelle relazioni eterosessuali.

Tante volte è capitato che alcuni bisessuali, che hanno sperimentato entrambe le situazioni, abbiano espresso maggiore apprezzamento per una fellatio procurata da un partner gay: non si sa bene di cosa siamo più dotati oralmente come maschietti, ma forse, semplicemente, sappiamo meglio dove si trovino quei punti anatomici che possano, una volta stimolati, fare eccitare l’altro con cui stiamo passando piacevoli momenti insieme.

Un blog dedicato alle donne consiglia sei suggerimenti per aumentare l’estasi divina che il ragazzo può avere una volta ricevuto quel delizioso e divino “servizio” che solo una bocca può procurare. Possiamo, malignamente, dire che alle donne questi consigli servano, mentre noi maschietti gay sappiamo bene come fare impazzire il nostro prelibato e sensuale partner scelto. Ricordiamo che avevamo affrontato un ripasso sulle zone più erogene del pene e sulle sue caratteristiche, anche le più recondite. Tralasciando questo senso di supremazia, le note che il blog ci propone possono essere interessanti almeno per confermare le nostre già acquisite capacità o, invece, sperimentarne di nuove.

Un numero che ritorna spesso come protagonista nel “Kamasutra” sessuale più praticato, il 69, è il primo consiglio da seguire per un sesso orale strepitoso e dalle conseguenze esaltanti: a tutti e due piace procurare con la propria bocca piacere all’altro e questa situazione può aumentare l’eccitazione e la forte condivisione erotica tra i due, o più, partecipanti.

La seconda idea potrebbe essere quella in cui uno dei due, quello che riceve la fellatio, sta in ginocchio sopra e l’altro sotto a giocare con la lingua sul suo glande, stimolando la parte per principio più erogena del corpo maschile: quello compreso tra lo scroto e l’ano, magari anche con una sollecitazione più soffermata di quest’ultimo.

Un’altra idea, ma penso che tutti l’abbiamo sperimentata, ma si sa repetita iuvant, consisterebbe nel porre in piedi il proprio partner e fargli il coito orale in ginocchio: le nostre cavità orali, le labbra ben inumidite e la lingua procureranno di certo un piacere maggiorato da un aspetto psicologico, in quanto chi riceve l’esultante pratica potrà vederci mentre operiamo. Non dimentichiamoci di guardare ogni tanto il ragazzo che sta in piedi, nei suoi occhi e nel suo sguardo voglioso e virile: tutto questo determina un maggiore effetto, sicuramente.

Altri tre consigli ci suggeriscono come giocare con il membro del nostro amato compagno di letto e diletto, facendolo sentire al centro delle nostre attenzioni erotiche e sensuali. Innanzitutto possiamo fare molto con la lingua, stimolando il glande, afferrare il pene con la mano mentre proseguiamo nel muoverci avanti e indietro con la bocca, anche lateralmente.

Altro suggerimento consiste nel baciare a lungo muovendo sempre avanti e indietro con una mano sul membro altrui, mentre con l’altra mano si tiene e solletica lo scroto: bocca e mano si coordinano per rendere il maggiore godimento per chi riceve la fellatio. Una nota è utile darla, e la aggiungiamo noi che in materia possiamo dirci esperti: non farci mancare di fare scivolare la lingua sullo scroto nel mentre teniamo con una mano il membro scorrendola su e giu. L’estasi per il nostro partner in questo caso diventa quasi sublime.

Infine, per chiudere questo breve vademecum del sesso orale, cerchiamo di andare fino in fondo con la nostra bocca, coprendo quasi interamente, per chi ce la fa, ma l’eccitazione fa compiere numeri roccamboleschi con la nostra cavità orale, il membro del nostro partner: non c’è altro che fare sentire la nostra “gola profonda” in tutta la sua portata per portare il nostro ragazzo, fidanzato fisso o preda del momento, alle stelle, facendogli toccare il cielo con un “dito”.

Una precisazione è utile fare: il magazine femminile invita la lettrice a “concordare” con il proprio partner quali suggerimenti possano trovare conseguenza ed essere intrapresi. Noi pensiamo, invece, che molte pratiche sorgano sul momento, durante l’atto, coinvolti dall’eccitazione e dalla sensualità: l’eros fa miracoli e fa fare miracoli. Tutto questo è per dire: poche parole e molti fatti occorrono per queste deliziose ed esaltanti pratiche.

Sesso gay in inverno

Uno nuovo anno è arrivato e siamo in pieno inverno. Freddo, gelo e maltempo spesso ci fan passare la voglia di uscir di casa e anche la voglia di fare sesso.

Siete freddolosi? Il solo pensiero di uscire di casa e indossare giacca, cappello, guanti, sciarpa vi terrorizza? Il buio vi butta giù di morale? Beh, non siete gli unici a temere l’arrivo dell’inverno e a pensare che il “gelo” raffreddi la voglia di fare e, perché no, anche i “bollenti spiriti”. Ma è proprio cosi? No, anzi pare proprio che la libido degli uomini accresca in modo copioso durante la stagione invernale.

Uno studio pubblicato sulla rivista Archives of Sexual Behavior da due docenti di psicologia, Patrick Markey della Villanova University e la moglie Charlotte Markey della Rutgers University, rileva che il sesso interessa di più in inverno e all’inizio dell’estate: è quanto si evince dalle ricerche su Google relative a sesso, pornografia, siti di incontri e parole affini che gli internauti digitano durante l’anno. Si osserva una marcata oscillazione stagionale di questa tipologia di ricerche, che aumentano in estate e inverno. questa oscillazione stagionale corrisponde ad altre tendenze come la vendita di condom e contraccettivi, il tasso di infezioni sessualmente trasmesse, tutti fenomeni che aumentano in inverno ed estate. Questo dato può tornare utile per indire più campagne in determinati periodo sulla prevenzione delle MTS e sull’utilizzo della contraccezione.
Insomma, nonostante tutto, sembra che siano degli elementi favorevoli all’incontro con l’altro anche in inverno.

E allora perchè molte persone tendono ad avere meno voglia sessuale proprio nella stagione invernale?

Si chiama “Winter Blues” ed è una forma depressiva e malinconica legata alla stagione invernale, un periodo dell’anno caratterizzato da poca luce e tanto stress. Uno studio americano del National Institutes of Health, condotto per un periodo di circa 30 anni, ha analizzato il fenomeno e le forme di depressione più gravi correlate come la SAD, “Seasonal Affective Disorders” ovvero sindrome affettiva stagionale, che si manifesterebbe puntualmente ad ogni cambio stagione.

Ma tralasciando ogni forma depressiva e malinconica stagionale non credete che proprio in inverno sia molto bello stare sotto le lenzuola con un bel maschietto che ti scaldi per bene? Coccole, baci, carezze, passione travolgente mentre fuori magari nevica o piove a dirotto? A voi le considerazioni.

Sesso a Natale

E’ aria di festa, il natale si avvicina e un altro nuovo anno è alle porte. E perchè non fare più sesso durante le feste!?

In un precedente articolo abbiamo parlato di come rendere speciale il sesso a Natale e adesso vi daremo qualche motivo in più e cercheremo di capire perchè le feste sono un’occasione migliore per fare tanto sesso!

Sicuramente come già detto non fare a meno del cibo (soprattutto quello afrodisiaco) e in modo particolare ai dolci. Pensate col cioccolato quanto bei giochetti erotici si possono fare! Qualche esempio? Cospargere le zone erogene del partner di cioccolata nera e poi farlo eccitare con la vostra lingua!

Da non dimenticare i brindisi! Perchè? Non ci scordiamo che l’alcol aumenta la libido e fa si che i freni inibitori scompaiono. E allora si che potrete concedervi al vostro partner in tutto e per tutto! Ma si, è aria di festa, si può anche osare e provare qualcosa di nuovo, entusiasmante, che spezzi la routine.

Cibo e bere ok, ma non sottovalutate che il suo miglior regalo siete voi! Un abbigliamento particolare può eccitare profondamente il tuo partner. Accoglilo con una cravatta o un paio dei suoi boxer, sulla pelle nuda. Questo dettaglio maschile produce un irresistibile contrasto che mette in moto adrenalina e dopamina, veri starter dell’eccitazione.

Vuoi farlo davvero impazzire? Abbassa le luci, avvicinati alle sue labbra con le tue esercitando una dolce pressione. Poi stuzzicalo con la punta della lingua e invitalo a fare altrettanto. Continua a giocare prendendo il suo labbro inferiore tra il pollice e l’indice e tirandolo dolcemente all’esterno. Quindi passa sopra la tua lingua e mordicchialo piano piano. Ricordati di associare ai baci carezze mirate. Quelle sul cuoio capelluto sono un incanto erotico. Alla radice dei capelli ci sono i punti nevralgici del piacere. Sfiorandoli invii un messaggio erotico ai recettori presenti in profondità, nel follicolo. Insisti per qualche minuto per portarlo al top del desiderio. Esercita poi una lieve pressione sui punti strettamente collegati ai genitali, come la zona dove l’anulare tocca il palmo, quando si chiudono le dita a pugno.

Anche i luoghi migliori per fare l’amore si tingono di rosso sotto le feste. Se la tradizione vuole che ci scambi un bacio sotto il vischio, voi potete fare in modo che questo momento diventi più intimo. Per le più romantiche sono perfetti anche un tappeto di fronte a un camino acceso oppure sul divano, soprattutto se l’albero di Natale è in salotto e le lucine sono l’unica fonte di illuminazione. In alternativa potete riempire il letto di petali rossi e fare l’amore nel posto più tradizionale del mondo e di sempre. Le più trasgressive invece potrebbero infilarsi dentro il sacco dei regali oppure sdraiarsi sulla tavola sopra la tovaglia rossa.

E infine, relax. Parola d’ordine per tutte le feste, ottimi periodi per allontanare lo stress e quindi quale occasione migliore per fare del buon e coinvolgente sesso?

transformer_930x336

È di PicoBong™ il primo sex toy al mondo veramente per tutti, indipendentemente da genere o orientamento sessuale. Questo nuovo prodotto si chiama TRANSFORMER™, ed è il primo sex toy veramente per tutti. Non importa se sei omosessuale, eterosessuale, bisessuale o tri-sessuale, monogamo o poliamoroso, maschio o femmina, trans o cisgender, e nemmeno se hai gusti semplici o più piccanti. L’unica cosa che importa è che abbracci la tua sessualità e che la esplori.

TRANSFORMER™ è l’oggetto per il piacere più flessibile e versatile nella storia della sessualità umana. È un vibratore stile rabbit, un massaggiatore clitorideo, un anello per il pene, un vibratore per il punto G, un massaggiatore per la prostata e ancora di più. È perfetto per Lei, per Lui, per Lei & Lui, per Lui & Lui, per Lei & Lei e per Loro & Loro.

Mauricio Garcia, Manager per il Marketing Globale di PicoBong™, ha dichiarato: “Noi creiamo sex toys per single, per coppie, per uomini e per donne, ma nessuno prima d’ora ha mai creato un sex toy per tutti. TRASFORMER™ mira a risvegliare il desiderio di esplorazione e a far si che le persone si rendano conto di non dovere essere imprigionati dalle etichette a loro attribuite”.

Con due estremità per il piacere e un design impermeabile e ricaricabile con USB, TRANSFORMER™ è flessibile, e si lascia piegare e arrotolare per creare tante possibilità di divertimento sessuale quante se ne possono immaginare. TRANSFORMER™ è in vendita a 99€ presso i migliori rivenditori di sex toys e sul sito PicoBong.com.

PicoBong™ crede che TRANSFORMER™ cambierà come percepiamo, pensiamo e usiamo i sex toys, e pubblicherà una dichiarazione di intenti, invitando tutti adaccogliere e abbracciare la propria sessualità.

“… Omosessuale. Eterosessuale. Bisessuale. Intersessuale. Transgender. Cisgender. E ancora altre migliaia, tutte con l’obiettivo di definirci; e invece hanno finito per imprigionarci. La cosa che dovrebbe unirci – il sesso – ci sta separando. Ed ecco che arriva Transformer™ di Picobong™. Un sex toy che non è solo un sex toy. È una rivoluzione sessuale, una vibrazione clandestina…”

sugar cum - come far diventare dolce lo sperma

Sugar Cum: il nome promette bene per un chewing gum destinato ad addolcire la vita e non solo! Già perchè questa novità così originale sul mercato promette di addolcire niente di meno che il sapore dello sperma. Se una volta il chewing gum era ben noto per rinfrescare l’alito, oggi lo è per insaporire con gusto ben altro.

Sugar Cum è un chewing gum tutto naturale. I suoi ingredienti (cannella, grano, estratto di ananas e papaia,bacche di acai) sono tutti ottenuti in modo naturale: d’altronde lo slogan sull’astuccio “eat responsibily” è la dimostrazione che anche gustare semplicemente un chewing gum è un atto che richiede consapevolezza e responsabilità!

Un prodotto destinato ad avere successo sul mercato, unico nel suo genere e distribuito dalla Hipleasures, azienda molto notaper i suoi prodotti naturali, concepiti per il benessere sessuale degli adulti.

La stessa azienda produttrice suggerisce di consumare due chewing gum, un’ora circa prima dell’attività sessuale, meglio ancora se si consumano sempre quotidianamente due confetti.

Noi raccomandiamo di non dimenticare che buttare a terra un chewing gum è un atto di grande inciviltà perchè il chewing gum inquina e perchè non c’è nulla di più fastidioso della suola delle scarpe che rimane incollata all’asfalto.

sesso gay e prime esperienze

I sexy shop oggi offrono molti articoli per aumentare il piacere sessuale. Anche per il sesso gay sia i negozi tradizionali che quelli on line hanno una vasta gamma di accessori per rendere gli incontri stimolanti e ricchi di piacere.

sesso gay e prime esperienze

Partendo dai lubrificanti, come discusso ampiamente nel nostro forum nella discussione Lubrificanti per Sesso Anale“, bisogna innanzitutto stare attenti a scegliere un prodotto idrosolubile o a base di silicone, poiché quelli oleosi possono sciupare il profilattico. Se fate sesso protetto meglio perciò evitare la vaselina, le creme idratanti e gli oli ad uso cosmetico. Un consiglio in più: una goccia di lubrificante nel serbatoio del preservativo aumenteà il piacere. Un ottimo lubrificante è Massage 2 in 1 della Durex con aloe vera, adatto sia per la penetrazione che per un massaggio su tutto il corpo, come suggerisce il nome. Lascia la pelle morbida, non unge e non macchia. Abbinato al lubrificante, sempre della stessa casa produttrice, si può comprare l’anello stimlante Play Vibrations, e la linea di profilattici Pleasure Max, dotati di rilievi per la massima stimolazione delle parti intime.

Uno degli aspetti che spesso frenano il sesso gay, specie nel caso di prima volta con un nuovo partner, è il timore di non essere perfettamente puliti proprio nella zona anale. La sensazione di disagio può bloccare la spontaneità del rapporto, rovinando le aspettative. Per fortuna oggi esistono in commercio delle vere e proprie docce anali, come BeClean,  che risolvono il problema. Sono kit deodoranti e idratanti dotati di un tubicino da inserire nell’ano, premendolo delicatamente. Dopo la doccia classica, utilizzando questo prodotto per pochi minuti, ci si sentirà freschi e puliti, pronti per incontri bollenti.

Per chi volesse invece esercitarsi in vista di una serata di sesso gay, è in vendita l’ anal training kit, con tre vibratori di tre misure diverse, per dilatare la zona sempre di più, ed evitare così una penetrazione dolorosa. Con gli accessori moderni, il sesso gay può rivelarsi piacevole, stimolante e soddisfacente, e non c’è davvero limite alla fantasia!

E tu come vivi la tua sessualità? Come è stata la tua prima volta? Raccontacelo scrivendo nel forum dedicato al sesso gay

trombamico pro e contro

Se la vita di coppia appare troppo restrittiva ma non si vuole rinunciare alle gioie del sesso, ci sono due strade che è possibile seguire: dedicarsi ai rapporti occasionali o instaurare una sana e divertente trombamicizia. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di avere quello che gli americani chiamano “friend with benefits” (con un’espressione molto più elegante ed evocativa rispetto a quella italiana)?

In primo luogo, vanno evidenziati i pro, che hanno a che fare con il non dover rendere conto a nessuno: i sentimenti sono più liberi, ci si può comportare come si vuole - ovviamente sempre nel rispetto dell’altra persona - senza avere vincoli o limiti. Insomma, niente cene a casa della suocera, niente presentazione ai parenti, niente uscite con amici che non si sopportano. Inoltre, si può uscire e fare sesso anche con altre persone.

In apparenza, dunque, trovarsi un trombamico sembra regalare solo aspetti positivi. Ma è davvero così? Esaminando la questione un po’ più nel dettaglio, si scopre che a volte la gelosia può prevalere. Insomma, visto che si può avere più di “amico con benefici”, se il nostro “amico con benefici” una sera decide di andare a letto con un altro invece che con noi, la nostra reazione può non essere delle migliori. D’altro canto, c’è da tenere conto anche del fatto che questo tipo di rapporto, essendo basato prevalentemente sul sesso, può essere destinato a concludersi nel momento in cui uno dei due si fidanza o instaura una relazione esclusiva con un’altra persona. Come dire, si tratta di un rapporto con una scadenza.

Ovviamente, non è sempre così: non è obbligatorio che il sesso sia il presupposto della trombamicizia. Si può decidere, per esempio, di divertirsi quando si vuole. L’importante, però, è avere ben chiari i paletti: un trombamico non può essere un fidanzato. O meglio, può diventarlo, ma è bene sapere che le due figure sono diverse. Anche perché si possono avere tanti trombamici, ma non tanti fidanzati. Perché tanti fidanzati corrispondono a tanti trombamici, e insomma… il rischio di fare confusione e di non capirci più nulla è molto molto alto!

Se siete alla ricerca di un sito per incontri gay potete consultare gli annunci di BakecaIncontrii.

Sign In

Reset Your Password