Vacanza in Toscana? Ecco le mete migliori | PianetaGay

Cerca Uomo Gay

Vacanza in Toscana? Ecco le mete migliori

Sentirsi liberi. Poter esprimere senza costrizioni la propria anima. Essere sé stessi senza dover indossare le maschere della quotidianità. Eccole le prerogative di un week end, di una vacanza o comunque di un periodo di tempo lontani dallo stress che la vita ogni giorno impone. È ciò che si chiede al tempo delle ferie: staccare, dimenticare regole imposte e poter essere sé stessi. Imperativi che valgono per chiunque, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale. L’Italia piano piano si sta aprendo a ciò che viene erroneamente considerato diverso ed enfatizzare la presunta diversità esaltando luoghi in cui è ben accetta, non è da Paese evoluto. Eppure,i luoghi gay friendly sembrano essere un vanto quando invece, non dovrebbero essere segnalati perché siamo tutto uguali, indipendentemente da cosa si fa e con chi nella propria camera da letto.

Una delle prime regioni italiane a comprenderlo è stata la Toscana che ha aperto l’accoglienza a chiunque curiosamente intenda visitarla. E i luoghi gay friendly, sono ovunque. Perché la bellezza si nasconde in ogni strada, borgo, chiesa, palazzo, città. Organizzare una vacanza in Toscana non è poi così complesso.

Ma se si vuole viaggiare nel tempo per entrare in contatto con chi seppe della bellezza fare un’arte, immancabile in un viaggio è la tappa a Massa Carrara, là dove i marmi vengono estratti per poi essere trasformati da sapienti mani in opere mozzafiato. Lo sapevano bene Michelangelo, Donatello, Canova e il Bernini che con la pietra bianca di Carrara hanno ideato e reso vita blocchi informi. Il David è l’esempio della perfezione corporea ottenuto da un lastrone di marmo bianco. Un’opera che il suo stesso autore, Donatello, affascina e conquista. Come accade dinanzi alla “pietà” di Michelangelo dove ogni piega, ogni ruga, ogni emozione è stata ottenuto scolpendo il tesoro custodito dalle Alpi Apuane. C’è però un luogo prediletto: lo chiamano l’Altissimo perché è nascosto il marmo bianco estratto con immenso amore.

L’arte si annusa anche a Torre del Lago dove Puccini compose meravigliosi componimenti musicale. Oggi è nota come la Mykonos d’Italia. Perché la località baciata dalle acque lacustri, è stata tra le prime a inaugurare locali in cui gay e lesbiche erano i benvenuti. Così, al paesaggio malinconico del lago ma creativo per chi ha una mente fervida, si accompagna una vita notturna ricca di sensazioni intrise di libertà. E se si capita a Torre del Lago in estate immancabile è la tintarella sulla spiaggia libera della Lecciona mentre per chi non vuole rinunciare alla comodità di sdraio, ombrelloni e lettini, il luogo prediletto sarà il bagno Mama Beach. Scopri tutte le spiagge gay della Toscana.

Il mare modaliolo, di tendeza è quello di Viareggio il cui lungomare può essere scoperto a piedi. I viareggini chiamano il lungomare la “passeggiata”. È lì che si possono ammirare architetture liberty e decò che rendono l’area la più monumentale e di maggior pregio artistico della città. Arte e libertà in Toscana si coniugano per chi intende vivere pienamente sé stesso e una vacanza.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici!

Sign In

Register

Reset Your Password

X