3 ragioni per visitare Parigi nel 2016

Eventi a Parigi - spettacoli, feste, mostre, concerti

Se nel 2015 la città da visitare era Milano, complice l’Expo, per il 2016 la capitale del mondo in cui è obbligatorio fare tappa è, di sicuro, Parigi. Chi non è mai stato nella Ville Lumiere potrebbe trovare tantissime attività e opportunità a cui dedicarsi, magari salendo sulla Torre Eiffel o regalandosi una visita al Louvre, senza dimenticare la poesia della Senna o la magia dei caffè in cui sentirsi un po’ intellettuali.

Ma una delle ragioni principali per cui non si può fare a meno di visitare Parigi è rappresentata dagli eventi sportivi che la contraddistinguono: a cominciare, per esempio, dal Tournoi International de Paris, che quest’anno andrà in scena nel fine settimana tra il 13 e il 16 maggio e che, come sempre, raggrupperà tutti i club sportivi LGBTI della capitale transalpina. Il programma include un gran numero di discipline, dalla pallanuoto alla corsa, dall’hockey al calcio, che si riveleranno un’occasione per divertirsi e per fare amicizia, ma anche per intrattenere nuove conoscenze.

Certo, il livello della competizione è alto, ma in realtà il torneo accoglie chiunque abbia voglia di prendervi parte, con partecipanti di ogni livello a prescindere dalle loro capacità. Non vanno dimenticati, poi, tutti gli eventi di contorno.

Chi preferisce riposarsi, invece, può concedersi una passeggiata in uno dei tanti parchi della città; tra questi, non si può non menzionare il Parc des Buttes Chaumont, con la sua cascata e i suoi ponti sospesi nella vegetazione più rigogliosa.

Situato su una collina che si presenta come una location davvero straordinaria, questo parco permette di ammirare il panorama circostante, ed è perfetto per un pic nic con il bel tempo ma anche per abbronzarsi quando c’è il sole. Il Rosa Bonheur è un bar all’interno del parco, che la domenica sera si trasforma in un gay bar molto affollato e caratterizzato da buona musica.

La Fondazione Louis Vuitton di Parigi - Eventi a Parigi 2016

Infine, merita una visita la FLV, cioè la Fondazione Louis Vuitton, con la sua galleria di arte moderna progettata da Frank Gehry e situata a Bois de Boulogne. Chi ama l’arte e le ultime tendenze non può perdere un appuntamento di questo genere, che mette in mostra la collezione di opere d’arte del Ceo del gruppo Louis Vuitton, Bernard Arnault. Anche in questo caso, un’occasione per fare amicizia con persone con cui si condivide un interesse.

You may also like