Cerca Uomo Gay

Estate: per un abbronzatura sana e perfetta

consigli abbronzatura

L’estate è ufficialmente iniziata e con essa il grande caldo e il tempo di scappare in vacanza. Cresce la voglia di giornate al mare, del primo sole che scalda la pelle ora dopo ora, giorno dopo giorno, regalandole toni ambrati e intensi.
L’abbronzatura però, vanta tanti contro, riassumibili in queste parole (che tristemente già conoscerete): radicali liberi, invecchiamento precoce, rughe, secchezza, scottature…e fermiamoci qui per non citare gli effetti peggiori che i raggi UV hanno sulla nostra pelle.
Il sole, preso con le dovute precauzioni, è molto importante per l’organismo, grazie ai raggi ultravioletti viene stimolata la sintesi della vitamina D nell’organismo, aiuta all’ossificazione e agisce benevolmente su alcune forme delle malattie cutanee come la psoriasi. Una scorretta esposizione al sole può essere però molto dannosa, basti pensare che già dopo circa di 10-30 minuti si possono verificare i primi danni sulla pelle. Al fine di aumentare le conoscenze dei cittadini, il Ministero della Salute, aderendo alla Campagna 2007 dell’Unione Europea, vuole dare le giuste informazioni affinché si possa avere una corretta esposizione ai raggi ultravioletti (UV).
Per ottenere gli effetti benefici del sole basta una minima esposizione ai raggi UV. Alcuni esperti, per rendere più comprensibile il livello di radiazioni, hanno messo a punto l’indice UV, una scala internazionale che correla il livello di radiazione ultraviolette con il grado di rischio. L’indice UV parte dal valore 0 a salire: più alto è l’indice più elevata è la possibilità che la radiazione solare crei danni alla pelle e agli occhi e conseguentemente minore è il tempo limite di esposizione in sicurezza, quando l’indice è superiore a 3 bisogna iniziare e prendere le dovute precauzioni.

Ecco a voi le 10 regole per una corretta e sana esposizione al sole per ottenere un’abbronzatura perfetta e duratura:

abbronzatura al mare1)Un’esposizione eccessiva al sole costituisce un grave rischio per la salute. E’ importante conoscere ed evitare i danni che il sole può provocare. Nessun prodotto filtra tutti i raggi UV, ma l’uso di solari appropriati protegge dai rischi del cancro della pelle, evita arrossamenti ed eritemi e previene il fotoinvecchiamento della pelle.

2)E’ importante scegliere e confrontare i solari in base al tipo di pelle (fototipo), di esposizione e luogo (neve, mare, piscina, sabbia, ecc.). Utilizzare prodotti solari che offrono una protezione sufficiente, chiedendo consiglio, in caso di dubbio, al medico o al farmacista. Porre maggiore attenzione alle radiazioni solari quando si è vicini ad acqua, neve o sabbia.

3)Non esporsi al sole troppo a lungo anche se si utilizza un prodotto per la protezione solare UVA+UVB. Nessun prodotto protegge totalmente.

4)Evitare comunque le ore più calde (11.00-17.00) e sostare in un luogo ombreggiato fra le 11.00 e le 17.00, ricordando però che alberi, ombrelloni e tettoie non proteggono completamente dalle radiazioni solari. Controllate l’indice di UV quotidianamente, anche attraverso le pagine delle previsioni del tempo sui giornali: più alto è l’indice, più importante è proteggersi.

5)Cercate di non scottarvi mai. Soprattutto quando il sole è al suo picco è consigliabile indossare una t-shirt, un cappello a falda larga e gli occhiali da sole.

abbronzarsi al mare6)Ricordatevi di avere una particolare attenzione per i bambini. Tenere i neonati e i bambini piccoli lontani dalla luce diretta del sole. Proteggeteli sempre utilizzando maglietta e cappello e tenendoli sotto l’ombrellone nelle ore più calde.

7)Applicare il prodotto per la protezione solare prima di ogni esposizione al sole. Il fatto di essere già abbronzati non costituisce una protezione sufficiente.

8)Applicare correttamente una dose sufficiente di crema e rinnovare l’applicazione, specialmente dopo il bagno od essersi asciugati o se si è sudato molto. Non dimenticare di applicare il prodotto solare su tutte le parti del corpo esposte al sole. Per essere efficaci i solari devono essere applicati correttamente e in quantità adeguata (normalmente 35 grammi di solare per tutto il corpo, ossia circa sei cucchiaini da te di prodotto).

9)Proteggete la pelle anche durante il bagno in mare o in piscina perché i raggi ultravioletti agiscono anche quando siete in acqua.

10) Utilizzare prodotti che proteggono sia dai raggi UVA che UVB. Usare prodotti solari che offrono almeno una protezione “media”, ossia un SPF (Fattore di Protezione Solare) di 15 o 20 o 25.

You may also like