Apre Antigone: a Milano ritorna una libreria Lgbt

libreria gay milano

Una nuova libreria a tematica Lgbt si apre a giugno a Milano: Antigone è il suo nome, epico come impatto, quasi mitologico, così come è mitologica la storia delle librerie a tematica Lgbt che si sono susseguite a Milano, dalla Babele per arrivare alla Nuova Babele.

In un panorama, non solo nazionale, che vede terminare ogni esercizio culturale a scopo di vendita e a scopo aggregativo sociale rivolto al mondo Lgbt e queer, la scommessa di una nuova libreria che si rivolga a questo pubblico potrebbe sembrare coraggiosa. Antigone ha un’offerta chiara e vuole rompere un immobilismo commerciale e di distribuzione editoriale garantendo un servizio che va oltre al mero mercato: da Antigone, la cui inaugurazione sarà a giugno, e avverrà nella sede che sorgerà in Porta Venezia, territorio di Milano che solo ultimamente è stato eletto quale quartiere con maggior presenza di spazi e di locali rivolti alla comunità Lgbt, assurgendo la zona stessa a quartiere arcobaleno, si potranno trovare libri e pubblicazioni che toccano vari temi.

Cosa si può trovare da Antigone? In libreria saranno disponibili diversi generi letterari che ci condurranno in molteplici materie e discipline, attraverso cui si potrà apprendere temi legati al femminismo, alla storia dei movimenti femministi alla cultura e alla sottocultura Lgbit*q: testi, riviste, anche storiche, saggi, romanzi, antologie, e, poi, ancora ricerche universitarie, raccolte e produzioni universitarie dedicate alle sessualità, alle relazioni affettive, sentimentali e sessuali, ai rapporti tra generi e agli studi di genere, ai gender and queer studies.

Gli studi di genere e la teoria queer sono i principali argomenti affrontati nelle pubblicazioni che saranno tra gli scaffali della libreria e riguarderenno realmente una gamma e un caleidoscopio ampio, che presenta una materia molto complessa, altamente attuale e, infine, interessante e coinvolgente più discipline: dalla sociologia alla psicologia, dalla storia al diritto, dalla geografia delle sessualità alla medicina, giungendo all’arte, alla cultura, alla letteratura, al cinema, al teatro. Non mancheranno pubblicazioni in lingua originale, che ancora non hanno visto né una traduzione in italiano, né una diffusione e distribuzione.

Antigone non sarà solo una libreria, quella che, purtroppo, molte e molti di noi sono abituati a pensare, ossia un luogo di semplice vendita e di distribuzione di libri: Antigone sarà un luogo, accessibile a tutte e a tutti, di incontro, confronto, conoscenza e dialogo su temi che riguardano la storia, l’attualità e i percorsi sociologici, giuridici e psicologici sui temi Lgbit*q, nonché uno spazio di contaminazione tra diverse culture artistiche ed espressività, offrendo la libreria anche per momenti espositivi e presentazioni di libri.

Antigone vuole diffondere una cultura del rispetto della dignità delle persone Lgbt, gay, lesbiche, bisessuali e transgender, intersex e queer, nonché della donna nel suo ruolo emancipato e autodeterminato nella società: una cultura che divenga vero e proprio argine a ogni forma di discriminazione e di esclusione, di emarginazione e di osteggiamento. Antigone, infatti, vuole rivolgersi a tutte a tutti coloro che sono interessati alla cultura, che si fanno domande e che cercano di confrontarsi sulle risposte, coloro che viaggiano, coloro che vivono la città, ai migranti, alle famiglie, ai single, alle donne, agli studenti, a coloro che scrivono e a coloro che leggono, a coloro che promuovono cultura e a coloro che di cultura hanno sete, alla comunità Lgbt, alle donne e agli uomini. Chi volesse magfgiori informazioni sull’inaugurazione di Antigone e rimanere in contatto con i responsabili della libreria basta accedere alla pagina facebook ufficiale.

 

 

You may also like