Cerca Uomo Gay

In arrivo il vibratore per fare sesso virtuale su Grindr

vibratore virtuale

Dal match alla camera da letto o bagno di un locale per i più ingordi è un soffio, ma se odi effetto sorpresa o sei di quelli giustamente imparanoiati con l’igiene, non è meglio testare prima e poi eventualmente vedersi? Il brand di sex toys OhMiBod, il primo ad aver prodotto un vibratore wifi con controllo a distanza, ha lanciato una call for developers per incorporare la sua tecnologia bluetooth nelle principali app di dating.

“Immagina di essere su Grindr e di chattare con il tuo potenziale partner. Entrambi avete un OhMiBod e un pallino rosa, un po’ come quello verde su Facebook, indica che siete connessi e disponibili” ha affermato la founder Suki Dunham. Dopodiché ci si può sbizzarrire: si può usare il vibratore insieme o da soli in momenti diversi, ci si può masturbare mentre si guarda l’altro giocare con il vibratore e guidarsi l’un l’altro proponendo preliminari diversi. Utile anche per sondare i gusti dell’altro prima eventualmente di vederlo di persona, il nuovo “orgasmo on demand” è la soluzione migliore per godere subito andandoci piano.

Il sesso del futuro è cyborg, senza alcun dubbio. Lo dimostrano i brand stessi, che stanno investendo tutto nella progettazione di sex toys ad alta tecnologia basati sull’accorciamento delle distanze attualmente esistenti tra realtà e finzione e tra realtà geograficamente lontane tra loro. Dopo i masturbatori in realtà aumentata con visore VR e gli ovetti vibranti con telecomando wifi, ecco quindi un nuovo progetto previsto per fine 2017 destinato a riformulare le dinamiche di dating ed il concetto stesso di preliminari. E se attivo-passivo non bastasse? Se alla sveltina potente preferissimo invece il massaggio erotico? L’intesa sessuale, specie su Grindr, che è fatto apposta, è praticamente tutto, perché non testarla subito senza compromettersi troppo?

 

You may also like