Cerca Uomo Gay

Carlo Gabardini contro l’omofobia

Ritorna in campo un personaggio che fa dell’ironia la sua arma forte. Il nuovo video del comico gay Carlo Gabardini ha già fatto millioni di visualizzazioni. Un cortometraggio contro l’omofobia in risposta alle dichiarazioni dell’avvocato Carlo Taormina che reputa l’omosessualità una malattia cronica.

Dopo il video sulla Nutella e la marmellata, ecco ritornare sulla scena l’attore omosessuale Gabardini che spiega come sarebbe  l’omosessualità se fosse a tutti gli effetti considerata una malattia. Il tutto con una spruzzata di (auto)ironia, che rende il filmato un capolavoro della satira. Proiettato in prima assoluta al Festival del Giornalismo di Perugia, l’opera di Gabardini ha raggiunto millioni di click da quando è stato pubblicato su Youtube. Se è opinione di molti che l’omosessualità sia contro natura nonché una malattia, allora «voglio anche i diritti e le agevolazioni che spettano ai malati!» spiega l’attore nel filmato. Perché è chiaro che non ci si possa fermare alla sola paura della «malattia». Si passa dalle esenzioni mediche ai posti riservati sull’autobus sino ad arrivare alla possibilità di detrarre le proprie spese compiute a fini omosessuali. Si parla degli innumerevoli casi che una situazione, come quella ipotizzata dal protagonista, porterebbe le persone lgbt (o come li definisce Gabardini, persone affette dalla gaytudine) a vivere. Ma il tutto ha un unico scopo: rendere di pubblico dominio la condizione attuale della comunità gay, lesbica, trans e bisessuale.

L’attore aveva fatto coming out tramite una lettera pubblicata dal quotidiano La Repubblica, riscuotendo un sacco di approvazione e ammirazione. In seguito aveva girato il cortometraggio in cui spiegava cosa volesse dire essere omosessuale esemplificando a livelli elementari.

You may also like