Cerca Uomo Gay

Come Grindr cambia i rapporti

grindr app gay

E’ una vera e propria rivoluzione per tutti i gay e i bisessuali. E’ un social network dedicato totalmente a loro, disponibile in versione IOS e per Android e Blackberry. Grindr  è un nuovo modo per conoscersi, senza la fatica di dover uscire e rimorchiare. Sono moltissimi infatti gli utenti che trascorrono ore su Grindr, nelle pause dal lavoro o durante il tempo libero (da alcune ricerche è emerso che lo si utilizza almeno 8 volte al giorno)

Iscriversi è assai facile: basta scegliere un nickname e presentarsi con foto e informazioni personali. Una volta iscritti, si possono vedere gli altri utenti, e ci si può connettere con chi è on line in quel momento, selezionando le caratteristiche che più ci interessano.

Come per tutti i social, così come per i portali di incontri e i forum per singles, capita di incontrare persone in gamba, attraenti, ma capita anche di conoscere tipi volgari, maleducati o semplicemente stupidi.

Una delle cose più idiote che si vedono navigando su Grindr è l’esaltazione del proprio pene. Ci sono parecchi utenti che si presentano descrivendolo nei dettagli, tralasciando cosa interessa loro, che hobby hanno e soprattutto…se questo fenomeno di pene lo sanno anche usare!

Poi ci sono quelli che senza nemmeno dirti “Ciao” ti informano subito sul fatto che “devono” fare sesso adesso, e per sicurezza snocciolano una serie di “veti”: no neri, no trans, no over 40, no baffi, no pelati… Un comportamento del genere smorza qualunque interesse, e fa capire che l’utente è disperatamente solo e forse ha anche dei seri problemi psicologici!

Infine ci sono coloro che vogliono essere misteriosi ad ogni costo: non mettono la loro foto, non scrivono la loro vera età, lanciano frasi di difficile comprensione per chiunque. Questi sono assolutamente da evitare.

Grindr è un’opportunità, e va sfruttata con intelligenza e rispetto. E senza dimenticare che anche fuori dal web si possono fare incontri piacevoli!

You may also like