Un ritorno atteso ed esplosivo: David Beckham in mutande per H&M Underwear

David-Beckham

Si era aperto un caso nel 2007 davanti all’intraprendente iniziativa di “Childreen in Need” in cui un David Beckham veniva immortalato nudo per scopi di beneficenza. Eravamo ancora agli esordi della giustificante “sociale” presa, come oggi, invece, spesso avviene, come allettante pretesto per spogliare ragazzi e uomini, attori, registi, rugbisti, calciatori, sportivi, studenti, con grande soddisfazione per le nostre curiose visioni. Le aspettative, molte volte, venivano disattese e l’immagine non sempre dava credito alle nostre attese pruriginose: con quel servizio, però, si poteva benissimo dirsi soddisfatti e, come si suol dire, rimborsati. In quell’occasione il giovane e aitante sportivo diceva di “aver donato tutto sé stesso” per una causa di certo nobile: talmente era l’abbondanza riscontrata dell’oggetto che  accentra immancabilmente su di sé tutte le nostre emozioni erotiche, che diverse voci avevano descritto il servizio fotografico come fotomontaggio.

Il David, in questo caso non di Michelangelo, seppure possa fare concorrenza alla celeberrima opera, sembrava non fosse autentico. Sarà stato vero? Non aveva senso dare una risposta, beandoci estasiati delle vivaci e sensuali fotografie.

    news     foto     Video     Tutta la verità     Cattiverie     Paparazzate     Calendari     Celebrità     Virgilio Donne      Più viste     Più votate  David Beckham Bodywear per H&M

Oggi Beckam corre in mutande, mostrando tutto il proprio vigore fisico e un’atleticità coperta solamente da meravigliosi disegni che rivelano tatuaggi che rendono ancora più attraente il campione. La pubblicità del noto brand internazionale H&M Underwear punta i riflettori su un capo di abbigliamento che acquista sempre più attenzione da parte del mondo del fashion stile design: non è più il tempo degli slip stretti, con nostro dispiacere, né dei mutandoni, seppure acquisiscano sempre un certo fascino.

Sbarchiamo totalmente nell’underwear che tanto piace agli esteti e ai pretenziosi clienti attenti agli articoli d’ultimo grido: e con Beckam possiamo dire di averlo fatto in pieno, data la grande rilevanza di un’immagine pubblicitaria che ricalca i nostri sogni erotici e sensuali, non così, poi, tanto reconditi. Il regista dello spot, ormai presente sulle reti internazionali, è l’ex marito di Madonna, il magistrale Guy Ritchie, che ha saputo rendere merito all’affascinante campione, risaltandone la portanza statuaria e scultorea. I fotogrammi sono l’uno propedeutico all’altro: David si trova fuori casa in accappatoio e in mutande. L’accappatoio rimane chiuso dentro la porta della macchina che parte, lasciando il campione internazionale fuori dalla sua ridente villetta immersa nel verdeggiante quartiere. Beckam incomincia, così, a correre dietro l’automobile per cercare di recuperare l’indumento. Salta diversi ostacoli, con tanto di sorpresa, a volte perplessa, spesso, invece, goduta, dei vicini di casa, nei cui giardini si trova a dover correre per raggiungere la macchina e il suo accappatoio. Un Ercole moderno si vedrà, così, superare le staccionate che dividono le diverse abitazioni, saltare sui tavolini, entrare in un campo da gioco in cui adolescenti disputano un’amichevole partita di calcio, riuscendo anche a dare un calcio alla palla e a fare rete. Infine vediamo Beckam che si tuffa in una piscina, ripreso dietro a una vetrata dove una signora dell’alta classe sta sorseggiando un cocktail, distesa al sole sulla sedia a sdraio del proprio sontuoso e accogliente giardino. Prima di entrare, David si spoglia anche dell’unico indumento che ha addosso, la canottiera estiva aderente. Toglietemi tutti ma non le mutande firmate H&M Underwear, possiamo dire, a nostro discapito, mantenendoci nel primigenio dubbio sull’autenticità delle immagini del noto campione regalateci nel 2007. Indumento intimo è, questo, spesso messo al centro della telecamera, donandoci la visione frontale e di schiena del mastodontico e scolpito fisico atletico, forgiato da anni e anni di allenamenti e di partite giocate con ottimi profitti: così si rileva quando esce dalla piscina, come un Poseidone dei nostri tempi, in un fulgore di muscoli e di forme divine. Alla fine dello spot e nell’interminabile e sensuale corsa alla ripresa dell’accappatoio, David si fermerà sul ciglio di una strada in discesa e con uno sguardo maschile, virile quanto sensualmente serio e indifferente osserverà un gruppo di turisti su un piccolo bus, fermati a immortalare la statua vivente del massiccio atleta apparsa come in un sogno davanti alle proprie visioni. Il tono dello spot è alquanto divertente e autoironico rendendo la figura del protagonista, David Beckam, non consapevole della propria bellezza, lato che aumenta di certo la nostra ammirazione verso il sempiterno calciatore. Continuerà la corsa a ostacoli con beneficio dei passanti e dei prossimi vicini di casa sulla via verso la riconquista dell’accappatoio? Lo spot lascia questo finale aperto, dando ampio spazio alla nostra fervida fantasia.

 

You may also like