Facebook : perché può essere nocivo

i pericoli di facebook
Nell’era della comunicazione digitale, sempre più persone vivono la propria vita sui social networks piuttosto che nella realtà. Facebook, in particolare, può rivelarsi dannoso per una serie di motivi.
E’ abbastanza frustrante vedere che ci sono amici che hanno una vita piena, vanno a feste, eventi, si ritrovano, fanno migliaia di foto e tu resti lì a guardare.  Allora ci si sfoga contro Facebook.
Così come lo si fa quando leggiamo notizie inquietanti, che poi nella maggior parte dei casi sono false, ma intanto ci fanno stare male.
Su Facebook, poi, si perde un sacco di tempo. Ci rimette il lavoro e si tende anche a trascurare noi stessi e le cose di cui dovremmo occuparci nella vita reale.
C’è poi il caso di chi, creandosi un account su Facebook, crede di aver risolto i problemi che ha nel socializzare con gli altri. Accetta 4000 amici e così si sente popolare e considerato.
E non parliamo di quando niente di ciò che si condivide viene apprezzato… si rischia la depressione, e anche qui abbondano gli insulti contro il social network!
Facebook può davvero diventare pericoloso e dannoso, distruggendo la vita sociale e i rapporti delle persone. Ma la colpa non è mai, nemmeno in questo caso, del mass media, piuttosto di come viene usato.
Come la tv, la radio e Internet, si deve utilizzare ogni mezzo con il cervello. Facebook va benissimo per restare in contatto con parenti e amici lontani, per promuovere eventi e raccolte per beneficenza, per condividere le vostre foto. Ma se si inizia a credere alle “bufale” come se sul social apparissero solo verità inconfutabili, se si mollano gli amici veri per i contatti sconosciuti, se si rimpiazza la vita con il profilo Facebook, allora si può finire davvero nei guai.
Usate questa grande opportunità per migliorarvi, non per annullarvi in un mare di contatti inutili e di notizie create per chi il cervello non ce l’ha!

 

You may also like