Gay e malattie a trasmissione sessuale: le Epatiti

epatite

Benvenuti e benvenute nel disastroso mondo delle epatiti. Tutti hanno nella loro vita hanno sentito nominare almeno una volta queste infezioni ma forse non tutti conoscono esattamente di cosa si tratta. L’epatite è una malattia infettiva che si sviluppa a causa di uno dei 6 virus A, B, C, D, E ed F ognuna di essi caratterizzato da diverse modalità di contagio e sintomatologia.

epatite

Tutte queste forme di epatite colpiscono in ogni caso il fegato, sicuramentel’organo più compromesso. Il fegato ha nel corpo umano il compito principale di demolire i rifiuti che si prodotti nel sangue. Quando però questo organo comincia a non lavorare più correttamente comincia a prodursi una sostanza di scarto chiamata bilirubina (che è anche la causa della trasformazione del colore della pelle in giallognolo-arancione, detto anche “ittero” per coloro che soffrono di epatite) dannosa per la nostra salute.

Le epatiti si dividono in due tipologie principali legate al fattore temporale, l’ epatite acuta“(breve durata, è comunque consigliato il ricovero presso strutture ospedaliere) e l’epatite cronica“(della durata almeno di 6 mesi).

In Italia dal 1991 la vaccinazione per il tipo B è diventata obbligatoria ed è tornata ad aumentare l’attenzione negli ultimi anni verso questa patologia con l’aumento dei flussi migratori (in alcuni paesi i numeri di persone affette da epatite raggiungono livelli molto alti).

Vediamo qui i 3 tipi di virus con una maggiore incidenza sul nostro territorio, senza però dimenticare che esistono anche l’epatite D, E ed F.

Epatite A (periodo di incubazione dai 15 ai 50 giorni)

Se si procede all’analisi di queste patologie possiamo scoprire che l’epatite A è causata dal virus HAV. Questo tipo di epatite ha sintomi più potenti e meglio riscontrabili tra le persone adulte (la fascia della popolazione più colpita nei paesi industrializzati) rispetto a quelli riscontrabili sui bambini. Colpisce in prevalenza il fegato ma può coinvolgere anche l’orofaringe e l’intestino tenue dal momento che il contagio avviene con l’ingerimento di sostanza contaminate (ad esempio i liquidi).

L’incubazione è di 4 mesi e per scoprire se si ha questo tipo di virus nel sangue oltre l’analisi dei sintomi (spesso che compaiono in maniera brusca) esistono esami del sangue che ricercano gli anticorpi dell’epatite A.

E’ importante sapere che la trasmissione del virus avviene per via oro- fecale e per questo motivo può riguardare le pratiche più diffuse nel mondo gay come il fisting (ingerimento o contatto con la bocca di alcuni residui di feci), il rimming (stesso motivo del fisting).

Dental dam o preservativi posti tra l’ano e la lingua sono sicuramente i migliori strumenti per prevenire spiacevoli sorprese. La guarigione tocca il 90% dei casi nei paesi industrializzati e solo nelle persone immunodepresse (ad esempio le persone con HIV) e anziane può diventare cronica.

Ricordiamo che esiste un vaccino per l’epatite A che però in Italia non è gratuito come invece lo per l’epatite B per le categorie a rischio.

Epatite B (periodo di incubazione: da 2 a 6 mesi)

L’epatite B è uno dei virus (virus HBV) più infettivi del mondo e si trasmette attraverso rapporti sessuali non protetti (possibile scambio di liquidi infetti). Ci sono persone che sono portatrici sane di questo virus, potendolo diffondere ma non vivendone i sintomi in prima persona.

La diagnosi può essere fatta attraverso marker virali specifici attraverso l’esame del sangue. Esiste un vaccino per prevenire l’infezione e non tutti sanno che in Italia per la comunità MSM (uomini che hanno rapporti sessuali con uomini) è gratuito (D.M. del 4.10.1991).

Le pratiche più a rischio nel sesso tra uomini sono il rimming ed in generale i rapporti orali ed anali non protetti. Studi hanno dimostrato che utilizzando una buona quantità di lubrificante a base d’acqua sempre accompagnato dal condom durante i rapporti anali e il preservativo durante i rapporti orali, si riduce drasticamente il rischio di contagio.

Epatite C (periodo di incubazione: da 2 a 6 mesi)

Molte persone credono erroneamente che questo virus si diffonda principalmente per via sessuale (avviene cosi solamente se si è in presenza di un forte ciclo mestruale o di patologie che coinvolgono il sistema urogenitale dove sono coinvolte grandi quantità di flussi di sangue), ma in realtà la maggioranza dei contagi avviene per via ematica (sangue, come ad esempio trasfusione, uso di siringhe in comune).

La sua esistenza è stata confermata nel 1989 ed inizialmente veniva definita come “non A e non B”. L’epatite C è causata dal virus HCV e rispetto agli altri virus ha una pericolosità aggiunta. Infatti spesso è asintomatica anche nei casi acuti, rischiando di fatti di far divenire questa patologia cronica (80% dei casi) all’interno del corpo dell’individuo infetto (i primi sintomi in questi casi compaiono solo 10-30 anni dopo il contagio).

Al momento attuale non esistono ancora vaccini. Nei casi più gravi come quelli in cui si ha rischio di cancro al fegato o cirrosi epatica non si deve escludere a priori il trapianto. Esiste anche una possibilità di contagio verticale (da madre a figlio) che però al momento attuale non coinvolge più del 10% delle partorienti. Per quanto riguarda le pratiche sessuali nel mondo gay può riguardare il fisting (dato dal sangue post ingresso del pugno) e tutte quelle pratiche nelle quali ci può essere uno scambio abbondante spesso indesiderato di sangue. Studi hanno dimostrato che una coesistenza nella persona affetta di Epatite C e di altre malattie a trasmissione sessuale e/o HIV aumenta fortemente le probabilità di contagio.

Qualunque sia la tipologia di virus connesso all’epatite che potremmo incontrare è comunque importante ricordarsi che questa patologia rimane una delle più invasive e pericolose per il nostro corpo soprattutto perché colpisce prevalentemente il fegato, uno degli organi più importanti ed essenziali per un buon funzionamento della nostra salute. L’epatite non è causata solo dai rapporti sessuali non protetti, da trasfusioni sbagliate o dall’abuso di alchool come spesso si crede, ed è  per questo motivo quindi che è importante mantenere in generale uno stile di vita sano e con standard di igiene sufficientemente elevati quando è possibile.

You may also like