Cerca Uomo Gay

Il Kansas contro corrente: legge anti-gay

Quando tutti hanno la convinzione che gli Stati Uniti siano tutti Paesi 100% gay-friendly, ecco arrivare la prova del contrario. Il Kansas non segue la corrente liberista americana, e vieta implicitamente agli omosessuali il matrimonio. Notare bene l’avverbio «implicitamente». Nella recente legge promulgata non leggiamo la parola omosessuali, o qualunque altro termine sinonimo, ma lo intendiamo. Si legge infatti che non sarà concesso qualsiasi servizio alle coppie gay da parte delle istituzioni religiose.

La cosìdetta House Bill 2453, passata con 72 voti a favore e 49 contrari, tutela esplicitamente i gruppi religiosi, contrari ovviamente all’omosessualità. La legge porta il titolo «Un atto circa le libertà religiose in rispetto del matrimonio». Ai movimenti di natura religiosa sarà data la possibilità di concedere o di negare i propri servizi alle coppie omosessuali. Pertanto, ad un’ipotetica promulgazione di una legge che consenta alle coppie gay di sposarsi, la Chiesa ortodossa potrà decidere se permettere o negare le nozze presso la propria Chiesa.

«Il Governo non richiederà a nessun individuo, o gruppo religioso, l’esecuzione di una delle seguenti, qualora queste vadano contro le credenze religiose dell’individuo, o del gruppo religioso considerande il sesso o il genere: fornire qualsiasi servizio, alloggio, vantaggio, bene o privilegio, fornire consulenza, adozione, affidamento e di altri servizi sociali, o fornire lavoro o iniziative benefiche che si riferisce al matrimonio, civil partnership, unione civile o qualsivoglia forma di unione».

Il testo legislativo si rivela un bicchiere mezzo vuoto e, nel contempo, mezzo pieno. Esso vieta qualsivoglia forma di discriminazione, incluso per orientamento sessuale. Si fa il caso del commesso che si rifiuta di servire una coppia gay o lesbica. Il datore di lavoro sarà, in quel caso, obbligato a licenziare tale commesso e assumerne un altro che sarà obbligato a prestare il mancato servizio. Non è pertanto concessa la discriminazione verso chi è gay, o ne supporta il movimento.

You may also like