Cerca Uomo Gay

Non voglio tornare da solo: cortometraggio gay

Non voglio tornare da solo: cortometraggi gay

E’ un breve film, ricco di tenerezza e di sentimento questo “Eu não quero voltar sozinho” realizzato dal regista brasiliano Daniel Ribeiro, trentatreenne di San Paolo. La storia è ambentata in un liceo e ha soltanto tre protagonisti: Giovanna, Leo e Gabriel.

Leo è un ragazzo non vedente, Giovanna l’amica che lo assiste e che ha una cotta per lui. Non gli ha mai detto nulla, si limita a fare i compiti con lui e ad accompagnarlo a casa. Quando nella classe arriva Gabriel, la coppia diventa trio. E poco a poco tra i due maschi sboccia una forte attrazione.

I protagonisti sono come increduli, e frenati dalla timidezza. Poi capita che Leo, credendo di parlare con Giovanna con cui si è aperto poco prima, riveli i suoi sentimenti a Gabriel, che risponde con un appassionato bacio sulla bocca.

(Non voglio tornare da solo, cortometraggio gay. Ricordati di attivare i sottotitoli in Italiano)

Il cortometraggio, che dura appena diciassette minuti, è girato con mano leggera e delicata, come si addice a una storia di adolescenti. I tre protagonisti vestono casual,sono carini ma non bellissimi, acerbi, esitanti, e suscitano una immediata simpatia. Non ci sono momenti drammatici, nè comici, ma solo uno scorcio di vita vissuta, con i suoi silenzi e le sue parole pronunciate sottovoce. Una piccola “chicca” da vedere assolutamente, perché ogni adolescente gay si potrà riconoscere nei personaggi del film, e sentirsi, appunto, meno solo

You may also like