Cerca Uomo Gay

Prima Pagina

La musica e il teatro saranno al centro della seconda settimana, da mercoledì 28 giugno a sabato 1 luglio al Padova Pride Village. Mercoledì 28 si esibiranno sul palco tre icone degli anni ’80, Ivan Cattaneo, Viola Valentino e Jo squillo che proporranno al pubblico i grandi successi che li hanno rese celebri. Giovedì 29 giugno appuntamento con “Il Gender Umano”, spettacolo teatrale di Riccardo Romboni e Anna Negro, portato in scena dalla compagnia teatrale del Circolo Tralaltro Arcigay Padova. Sabato 1 luglio protagonista nuovamente la musica con Aperiver, l’aperitivo arcobaleno ed eterofriendly dedicato a River Phoenix più conosciuto di Roma, che, presentato da Giusva, vedrà esibirsi live Daiana Lou, Stag, FourDays, Walter Fontana e Fem. Ospite d’eccezione Davide Cichello, hairstylist della Glam Squad di The Real.

Inizia all’insegna dei favolosi anni ’80 la seconda settimana del Pride Village alla Fiera di Padova. Mercoledì 28 giugno saranno ospiti live della kermesse LGBT più grande del Nord Italia tre icone che con la loro musica hanno contribuito a rendere speciale quel decennio. Si comincia con Ivan Cattaneo, interprete eclettico dotato di grande presenza scenica, capace di unire la canzone d’autore alla sperimentazione elettronica e alla performance teatrale con brani cult come Bang bang, La bambolina che fa no no e Un ragazzo di strada. Insieme a lui non poteva mancare Viola Valentino, che insieme ai suoi grandi successi quali Comprami, Romantici, Sola, Stronza, proporrà due inediti tratti dal suo ultimo disco “Eterogenea Live 2016”: Ti amo troppo e Il suono dell’abbandono. Chiude la serata Jo Squillo, artista poliedrica che ha saputo alternare la carriera musicale a quella televisiva con programmi cult quali “Modamania” in onda su Rete4, Canale “LA5 e TGCOM. Da segnalare anche l’impegno dell’artista contro la violenza sulle donne. Suo è infatti il progetto “Wall of Dolls – il Muro delle Bambole contro il Femminicidio”, un’installazione permanente con la partecipazione di cinquanta stilisti, trenta associazioni, e venti artisti. Il Pride aprirà come di consueto alle 19.30 con un aperitivo all’insegna dei grandi successi musicali. Al termine del live discopop con con Ada Rey DJ e Superflash The Superflash Man. [ingresso gratuito dalle 19.30 alle 20.00; 5€ dalle 20.00 alle 2.00]

Giovedì 29 giugno sarà invece protagonista il teatro con “Il Gender Umano”, spettacolo di Riccardo Romboni e Anna Negro, portato in scena dalla compagnia teatrale del Circolo Tralaltro Arcigay Padova. Elettra e Federico, Simone e Giulio, Martina e Stefano sono tre mondi nascosti che si incontrano e si frantumano per crearne uno nuovo, dove si beve cappuccino con tanto tanto zucchero. Valentina e Natalia, sono due opposti che, con sarcasmo l’una e dolcezza l’altra, ci portano alla scoperta delle tonalità che dipingono la sessualità. Tra picchi di dramma e pennellate di ironia, si svelano tutte le sfumature della bandiera LGBTQIA. La serata prenderà il via alle 19.30 con l’aperitivo musicale. Dopo lo spettacolo salirà in consolle Iuri DJ che farà scatenare il pubblico fino alle 2.00. [Ingresso gratuito dalle 19.30 alle 2.00]

Venerdì 30 giugno proseguono al Padova Pride Village gli incontri letterari organizzati in collaborazione Ubik Padova. Ospite questa settimana la scrittrice e giornalista del portale lezpop.it

Chiara Sfregola. Intervistata da Lorenzo Bosio, l’autrice presenterà al pubblico il romanzo “Camera single” (Leggereditore, 2016). Clorinda Baronciani, detta Linda – ma anche Lilly, Claro, Baroncina a Britney Spears, a seconda di chi sia a cercarla -, ha ventisette anni, un lavoro niente male e una fidanzata storica, Margherita. In famiglia aspettano solo la data delle nozze e soprattutto l’annuncio di una gravidanza. Invece, di punto in bianco, Linda si ritrova single. Per rimettersi in sesto dopo il tracollo sentimentale inizia a praticare quella che definisce “la fisioterapia del cuore’; un mix di dubbi esistenziali, Gin Tonic e donne sbagliate. Tante donne. Sì, perché Linda vive in una grande città, una Roma che riscoprirà inedita e amatissima, in cui le opportunità di riempire il tempo e i vuoti sono infinite e si dipanano dal Pigneto, il quartiere più bohémien della Capitale, fino al pettinato rione Monti, a due passi dai Fori Imperiali e dalla Grande bellezza. All’ombra del Colosseo a della Tangenziale Est, sulle banchine della stazione Termini in attesa di un treno per Milano, Linda si barcamena tra amori effimeri in quella che si rivelerà essere una vera e propria ricerca di sé stessa.

La serata proseguirà con il secondo appuntamento con “Nemica//Amatissima Drag Edition”, nuovo varietà condotto da L.E.O che vedrà due esponenti del mondo drag nazionale contendersi l’affetto e l’attenzione del pubblico. Non una gara, ma una serata ogni settimana diversa e sicuramente al pepe. Al termine il pubblico avrà a disposizione due dance floor per ballare. Gli amanti della disco pop troveranno ad attenderli sul Boulevard Mattia Matthew DJ, mentre all’interno del Palavillage, sarà la disco house di Giusy Consoli DJ ad intrattenere il pubblico fino alle quattro del mattino. Da mezzanotte sarà inoltre aperto il “Village privè”, l’area esclusiva e privilegiata a lato del palco principale, con servizio vip, barman dedicati e camerieri ai tavoli, per godere appieno, a partire dalla mezzanotte di venerdì e sabato, della musica e dell’animazione (Info e prenotazioni: 328.125.49.90).

[Ingresso gratuito dalle 19.30 alle 21.00; 6€ dalle 21.00 alle 4.00]

Dopo il successo dell’anno scorso, sabato 1 luglio torna a Padova Aperiver, l’aperitivo arcobaleno eterofriendly più conosciuto di Roma dedicato a River Phoenix. Nel corso della serata, Giusva porterà sul palco alcuni tra i più talentuosi artisti italiani emergenti: i Daiana Lou, la cui musica parte da un malinconico Jeff Buckley, per poi sfociare in una sensuale ed impetuosa Selah Sue. Gli Stag, band romana che nasce dal progetto musicale solista di Marco Guazzone, noto al grande pubblico per la partecipazione alla 62a edizione del Festival di Sanremo nella sezione Giovani, dove si è aggiudicato i premi Assomusica e Rai Gulp. Come gruppo hanno collaborato alla composizione di numerose colonne sonore per cinema, teatro e televisione e aperto concerti di artisti del calibro di Moby, Suzanne Vega, Malika Ayane, Arisa, Morgan, Dolcenera, Jay Brannan, The Irrepressibles, Azure Ray, Meganoidi. I FourDays, un gruppo romano che alterna live nei locali all’attività di buskers in via del Corso a Roma. Nell’agosto 2016 si sono classificati terzi al Festival Estivo e vinto il Premio Steinberg. Walter Fontana, ex leader de i Lost, che sta per debuttare con il suo primo album da solista intitolato “Sono qui” per Universal Music Italia. Chiuderà il live Fem, una delle rivelazioni dell’edizione 2016 di XFactor, capace di incantare il pubblico non solo per la sua voce straordinaria ma anche per il suo talento come ballerino e performer.

Il Pride Village arricchirà il suo sabato sera ospitando anche Davide Cichello, hairstylist della Glam Squad di The Real, l’adattamento italiano dell’omonimo format Usa trasmesso da Fox, che ha ricevuto una nomination agli Emmy Award diventando un fenomeno sul web.

La serata continuerà poi all’insegna della dance con Matthew Wonderbratz DJ nel Boulevard e Pittaluga DJ al Palavillage. Da mezzanotte sarà inoltre aperto il “Village privè”.

Con il chiururgo dei vip si balla fino all’alba. Sul privè arrivano gli amici Damiano Er Faina e la iena Sebastian Gazzarrini. Nel weekend protagonista la cultura con Karma B, Patty Pravo, Enrico Lucherini e Barbara D’Urso, accolti da Pino Strabioli

E’ una notte all’insegna della musica quella di Giacomo Urtis che arriva al Gay Village da protagonista della console, accolto dalla padrona di casa Annachiara Marignoli. Ospite del chiacchieratissimo Urtis, scatenata sul Privè Confraternita gestito dal responsabile Carlo Santino, c’è anche l’amica Soleil Anastasia Sorgè (meglio nota sul web dove è già una star, con il nome @soleil_stasi, con oltre 500mila utenti), invitata dal chirurgo-dj sul palco, dove insieme hanno raccolto l’abbraccio della folla che chiedeva selfie smaniosamente… Insieme all’ultima stella di Uomini e Donne, si sono visti anche Damiano Er Faina e Sebastian Gazzarrini, accolti dal braccio destro di Urtis, Antonello Lauretti, che non molla Giacomo un attimo e guarda a vista la bellissima Soleil ricercatissima dai fans. In console anche Marco Evans, dj e vocalist che ha accompagnato il chirurgo nella parte finale del djset. Insieme i tre hanno concluso la sessione con un live set in cui Evans ha cantato sulle tracce mixate da Urtis, sotto lo sguardo di una sensualissima Soleil. In prima serata i tre hanno incontrato anche Orietta Berti, protagonista della prima parte del sabato sera, dedicata allo spettacolo e a “I Racconti Di Fantàsia”, ciclo di interviste condotte da Pino Strabioli, che nel weekend hanno visto grandi nomi come Enrico Lucherini, Patty Pravo e Barbara D’Urso, anticipate da i Karma B, duo drag più famoso d’Italia esibitosi con lo spettacolo A Qualcuno piace Karma

Megasuccessone al @gayvillageroma #gayvillageroma #disco #urtisDJ #giacomourtis @soleil_stasi @marcoevans

Un post condiviso da Giacomo Urtis #DrUrtisClinic (@giacomourtis) in data:

Tra il pubblico della tre giorni al Parco del Ninfeo, si sono visti anche La Marchesa d’Aragona con i suoi impeccabili cavalieri, Leopoldo Mastelloni, Mara Keplero, Marco Sforza e Sophia Galazzo, il truccatore Gennaro Marchese e poi Furio Corsetti del Trio Medusa, l’attrice Roberta Garzia e il compagno Alessandro Sirianni, il bell’attore Francesco Testi con compagna Giulia Rebel, Francesco Nozzolino, Laura Di Luca insieme al pr dei vip Alfonso Stani, Vittoria Schisano, e tanti altri ancora…

Tutto è ormai pronto per uno degli eventi gay friendly più interessanti in assoluto. Stiamo parlando del celebre Circuit Festival 2017, che si terrà a Barcellona dal 5 al 20 agosto 2017. Un’estate davvero caldissima, dunque. Perfetta per tutti coloro che hanno il desiderio di vivere emozioni molto intense, in compagnia di persone che condividono gli stessi interessi.

Circuit Festival Barcellona: ogni anno attira oltre 70mila partecipanti, accumunati dalla voglia di far festa

Il Circuit Festival 2017 di Barcellona sarà destinato ancora una volta a far sognare tutti coloro che decideranno di prendervi parte. Si profila un calendario fitto di eventi ricchi di spunti di interesse per chi appartiene alla comunità Lbgt.

L’evento è giunto al suo decimo anniversario e non conosce crisi. Anzi, ogni anno è in grado di accogliere un pubblico sempre più ampio e variegato, pronto ad intraprendere nuove conoscenze e a divertirsi insieme a tanta gente molto intrigante. La metropoli spagnola rappresenterà una cornice ideale per tutti coloro che vorranno vivere due settimane all’insegna della pura felicità.

Spiaggie gay a Barcellona - Barcelona Gay Lifestyle

L’evento sarà organizzato ancora una volta dal Matinée Group, pronto ad ospitare ogni anno i migliori promotori, artisti e feste a livello internazionale. Saranno quindi tre week-end nei quali Barcellona diventerà la capitale internazionale del mondo gay. La prossima sarà un’edizione XXL, nella quale si potrà ascoltare musica di alta qualità.

Inoltre, chi vorrà potrà dare un’occhiata alle principali bellezze di una delle città più suggestive d’Europa, dal forte impatto sia artistico che culturale. Non mancheranno spiagge gay e locali in cui trascorrere notti all’insegna del divertimento senza confini e del relax.

 

Circuit Festival – Water Park Day @ l'Illa Fantasia - Barcelona Gay

Finora si hanno poche certezze sul programma del Circuit Festival 2017. Una di queste è rappresentata dal prestigioso Waterpark Day @Illa Fantasia, che si terrà nella giornata di Ferragosto e costituirà un’occasione importante per tutti coloro che vorranno trascorrere una giornata diversa dalla routine quotidiana.

Si tratta di un party gay tra i più ambiti in assoluto, caratterizzato da una notte di puro divertimento in compagnia di DJ di alto livello e di ballerini molto sexy. Ma sarà soltanto uno degli ingredienti che renderanno la manifestazione davvero indimenticabile per chi avrà il piacere e la fortuna di prenderne parte.

A tutto questo bisogna aggiungere che Barcellona non potrà che essere la cornice ideale per tutta la kermesse. La metropoli catalana sarà facilmente raggiungibile grazie alla presenza di vari aeroporti di primissima categoria.

Cerca subito il tuo volo per Barcellona: la città è collegata dall’aeroporto El Prat de Lobregat. Una valida alternativa potrà essere costituita dall’aeroporto di Girona, posto a circa un centinaio di chilometri dalla città.

Raggiungibile da ogni angolo d’Italia, è caratterizzata anche da una lunga serie di hotel gay friendly a Barcellona di sicuro affidamento, apprezzati anche al di fuori dei confini spagnoli. Come si può ben vedere, c’è davvero l’imbarazzo della scelta per rendere tale esperienza unica!

 

Acquista Ticket

world pride madrid

Orgullo 2017, l’orgoglioso gay pride di Madrid dal 23 Giugno al 2 Luglio

Uno degli appuntamenti più attesi dell’estate LGBT è senza ombra di dubbio il World Pride di Madrid: per il 2017, la data da segnare in agenda è quella del 22 giugno, giorno in cui prenderà il via la manifestazione che durerà poi una decina di giorni per concludersi il 2 luglio.

Chi non ha ancora deciso dove andare in vacanza, quindi, può mettersi in cerca di qualche hotel gay friendly Madrid per poi sballarsi e scatenarsi nella capitale iberica. Considerato come una delle feste dell’orgoglio LGBT più importanti e imponenti al mondo, il World Pride madrileno avrà come epicentro il quartiere Cheuca, ma saranno molte le piazze e le strade della metropoli spagnola che saranno coinvolte dalle numerose iniziative in programma.

Tra conferenze e competizioni sportive le occasioni di intrattenimento e di socialità non mancheranno, con tanto di mostre, esibizioni di arti sceniche, reading, performance di danza e musica.

World Pride Madrid: la parata | Gay Pride Madrid 2017

La Pride Parade vera e propria, con la sfilata e la parata dell’orgoglio gay, si svolgerà Sabato 1° luglio e prenderà il via dalla stazione di Atocha, per poi arrivare fino a Plaxa Colòn.

Nel corso della settimana, poi, si terrà anche la Conferenza Internazionale dei diritti umani, che si prolungherà per tre giorni, tra il 26 e il 28 giugno. Un’altra iniziativa decisamente degna di interesse riguarderà l’allestimento di uno spazio culturale – che sarà denominato Pride Park – gestito da compagnie, associazioni e organizzazioni attive nel campo delle politiche LGBT.

world pride madrid

Per tutti gli amanti della Spagna, l’edizione 2017 del World Pride di Madrid avrà, ad ogni modo, un sapore particolare, anche perché cadrà nel 40esimo anniversario del primo evento di orgoglio LGBT mai tenuto nel Paese: era solo il 1977, ma sembrano passati secoli.

Oggi, per fortuna, la libertà è un diritto acquisito: è lecito attendersi che saranno almeno tre milioni le persone in arrivo da ogni parte del mondo che affolleranno le strade principali della capitale per la celebrazione dell’uguaglianza dei diritti e il riconoscimento delle diversità. Concerti all’aria aperta, cultura, arte, party, sport: ci sarà davvero di tutto nel “barrio” di Chueca, nel pieno centro della città.

Non va dimenticato – come rimarcano gli stessi organizzatori del World Pride di Madrid – che in Spagna c’è una delle legislazioni più avanzate al mondo per i diritti LGBT.

Mancano solo pochi giorni all’inizio della settima edizione di Delice Dream: Spring Break, il solo appuntamento europeo LGBT dedicato allo spring break in programma a Sitges, a sud di Barcellona. Gay e bisessuali in arrivo da ogni parte d’Europa si ritroveranno in un hotel gay a quattro stelle, sulla splendida spiaggia della località iberica, da martedì 16 maggio a domenica 21 maggio.

Tanti gli eventi in programma, a cominciare dal Welcome Drink che sarà offerto il primo giorno, martedì 16, a partire dalle sette di sera presso l’Hotel Antemare: ma la festa prenderà subito il via, perché dalle undici – e fino alle quattro del mattino – dj Worx animerà la notte di Crazyvores.

delice dream 7 sitges

Mercoledì 17, sempre dalle sette di sera, ci sarà uno show di flamenco all’ora dell’aperitivo, seguito da Bearsbox, che nel cuore della notte solleticherà le voglie di tutti gli amanti dell’eros un po’ alternativo: il dress code imporrà di vestirsi di pelle nera.

La terza giornata, giovedì 18, vedrà l’organizzazione di una divertente caccia al tesoro dalle cinque del pomeriggio in avanti; poi, dalle nove di sera in poi sarà il momento delle risate e dello show, con il Drag Queen Contest che avrà luogo sempre presso l’Hotel Antemare.

Sitges Gay - Guida Gay sitges - spiagge gay a sitgesE si arriva al fine settimana, non prima di aver ricordato la Imperial T-Dance di giovedì notte, fino alle due del mattino, con dj Florian Bernardi, e l’evento Pirates. Venerdì dalle sette di sera in poi ci si potrà rifare gli occhi con Defilé Addicted, sfilata di beri ragazzi in costume da bagno, per poi scatenarsi con la Wapo T-Dance dalle undici di sera in poi e il Festival Pre-Party del Circuit Festival all’una di notte.

Sabato 20 maggio, vigilia del gran finale, spazio al Lady Diamond Show all’Hotel Antemare dalle otto e mezza di sera e alla DudeBox T Dance dalle undici, senza dimenticare il We Party Cave Man all’una di notte. Insomma, il punto di riferimento di tutta la manifestazione sarà l’Hotel Antemare, ad appena un minuto di passeggiata dalla spiaggia: con i suoi splendidi giardini, con la sua spa e con le sue due piscine all’aperto, consentirà a tutti i partecipanti di divertirsi e di rilassarsi.

Lodovica Comello

Parte da Roma il #Noi2Live di Lodovica Comello che venerdì 19 maggio porterà il suo show live all’Auditorium Parco della Musica. Sul palco insieme a Lodovica si esibirà anche Marianne Mirage che canterà il suo nuovo singolo “In tutte le cose” e duetterà insieme a Lodovica nel brano sanremese “Le canzoni fanno male”.

Il 26 maggio nella tappa milanese al Teatro degli Arcimboldi ci sarà invece Michele Bravi che presenterà live il suo nuovo singolo “Solo per un po’”, in duetto insieme a Lodovica, e il brano sanremese “Il diario degli errori”.

#Noi2live è un vero e proprio regalo che Lodovica Comello farà al suo pubblico per presentare dal vivo i suoi ultimi progetti musicali, tra cui il nuovo singolo “50 Shades of Colours” disponibile su Vevo,  sui canali social dell’artista e in tutte le piattaforme digitali.

Radio 105 è Radio ufficiale del #Noi2 Live che dopo Roma farà tappa il 26 maggio al Teatro Arcimboldi di Milano e il 21 luglio in Piazza Castello a Udine.

I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone.

In occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia o IDAHOBIT che si celebra dal 2004 in tutto il mondo il 17 maggio di ogni anno, da lunedì 15 a martedì 23 maggio, si svolgerà a Padova “Open. Rassegna di Cultura LGBTI”, contenitore di eventi che vogliono creare spazi e occasioni di approfondimento, confronto e anche divertimento sui temi dell’orientamento sessuale, dell’identità di genere e sull’identità della comunità LGBTI.

La rassegna è organizzata da Arcigay Tralaltro Padova, assieme a UAAR Padova, UDU Studenti Per – Rete degli studenti Medi, e con l’importante collaborazione con CUC CinemaUno – MONDOQ Giornate di Cinema e Cultura Omosessuale e Queer.

Abbiamo voluto creare un calendario di eventi, spettacoli, mostre e cinema LGBTI- racconta Mattia Galdiolo, presidente del Circolo Arcigay Tralaltro Padova – non solo per “celebrare” la giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia, ma per creare un’azione culturale a contrasto dell’omofobia e della transfobia. Gli eventi che abbiamo voluto portare a Padova raccontano le vite, i temi e le storie della comunità LGBTI per creare conoscenza, da sempre lo strumento più efficace per sconfiggere stereotipi e pregiudizi

Sarà una mostra fotografica ad aprire ufficialmente “Open. Rassegna di Cultura LGBTI”. Lunedì 15 maggio alle ore 18.00 presso BIOSFERA via S. Martino e Solferino 5 Padova verrà inaugurata “Ella (She)”, progetto fotografico di Marika Puiker, vincitore del “Pride Photo Award 2015”.

Ella Marika Puiker

La fotografa ha seguito nella vita quotidiana una famiglia spagnola, quella di Violetta Herrero e Miguel Angel Ruiz, e dei loro figli, in particolare Ella, una bambina transessuale. Le opere raccontano una vita familiare ordinaria ma allo stesso tempo tabù, quella dei bambini “libellula”, o bambini con la disforia di genere, di cui in Italia si è iniziato a parlare da pochissimo e con molti timori. Alla presentazione saranno presenti sia Marika Puiker che Violetta Herrero e Miguel Angel Ruiz. La mostra.

Abbiamo scelto il progetto di Marika Puiker per iniziare “Open” – prosegue Galdiolo – perché riteniamo che anche su temi delicati e molto avanzati, come la disforia di genere in età pre-adolescenziale, sia necessario che finalmente anche in Italia si inizi a parlare, con conoscenza, rispetto e con la consapevolezza che dietro alle questioni astratte si celano vite e sentimenti di persone in carne ed ossa. La lotta all’omofobia e alla transfobia deve diventare una questione condivisa e la politica e le istituzioni devono farsene pienamente carico.

La rassegna di cultura LGBTI proseguirà al Circolo Tralaltro di Padova con due presentazioni di libri che si terranno nella sede di Corso Garibaldi 41 rispettivamente sabato 20 e martedì 23 maggio alle 17.00. Sabato il Tralaltro ospiterà lo scrittore e giornalista Filippo Maria Battaglia, per la presentazione del volume “Ho molti amici gay. La crociata omofoba della politica italiana” (Bollati Boringhieri). Da sempre la politica italiana dice di non avere «nulla contro gli omosessuali» eppure, da sempre, li discrimina. C’è chi invoca «sobrietà», chi domanda «discrezione», chi chiama in causa la Bibbia, chi ricorre a citazioni d’autore. Passano gli anni, cambiano i toni e gli interlocutori ma il risultato – nonostante gli ultimi passi in avanti – resta lo stesso: diffidenza e fastidio, fino all’aggressione verbale e all’insulto. «Ho molti amici gay» non è solo l’immancabile premessa di rito prima di ogni discorso omofobo, dentro e fuori dall’Aula. È la storia, succinta e dettagliata, di quanto la discriminazione e il pregiudizio contro gli omossessuali siano radicati nella politica e nella nostra società. Garantendo all’Italia l’infelice primato del Paese con la classe dirigente più omofoba in Europa.

Martedì 23 maggio, sempre alle 17.00, Serena Marchi, autrice “Mio Tuo Suo Loro. Donne che partoriscono per altri” (Fandango Libri) si confronterà con il Prof. Luca Trappolin, Docente di Sociologia delle Differenze presso l’Università degli Studi di Padova. Serena Marchi ha percorso 33613 chilometri, per raccontare storie di donne che hanno scelto di partorire un figlio per altri. Dall’Ucraina al Canada, dal Texas al Regno Unito, passando per la California fino ad arrivare in Italia. Nessuna intervista via Skype, nessuna telefonata, nessuna domanda via email, nessuna risposta scritta. Ha visto dove abitano, ha incontrato le loro famiglie, ha vissuto nel loro ambiente. Un viaggio nel mondo della maternità surrogata per ascoltare le donne che prestano il loro utero e una parte della loro vita per partorire figli di altri. Per soldi, per interesse, per altruismo, per senso di responsabilità, per amicizia, per amore.

Domenica 21 maggio alle ore 17.00 sarà protagonista il teatro.  Daniele Gattano, Nicolò Falcone e Daniele Fabbri si esibiranno al Teatro Ruzante (Riviera Tito Livio, 45) con “OPEN Stand Up Comedy”, tre monologhi che prendono stereotipi e pregiudizi dal verso più pungente dell’ironia e del divertimento, parlando un po’ di tutto, di coming out e diritti civili, ma anche di identità personale e fatti di vita quotidiana, fino al rapporto travagliato fra Chiesa e omosessualità. Un momento di sfogo e divertimento, dove la risata è anche un modo per capire e capirsi un po’ di più. (ingresso 7 euro. Ingresso gratuito per gli studenti dell’Università degli Studi di Padova).

In una rassegna quale è “Open” non poteva mancare il cinema. Mercoledì 17 e giovedì 18 maggio 2017 tornano, infatti, al Multiastra di Padova le “Giornate di Cinema e Cultura Omosessuale”, storica manifestazione padovana nata nel 1994 dalla collaborazione tra il Centro Universitario Cinematografico CinemaUno e il Torino Lgbt Film Festival. Le Giornate prenderanno il via alle 18.00 di mercoledì 17 maggio con aperitivo inaugurale.

Gayby Baby Maya Newell

Le proiezioni vere e proprie inizieranno alle 19.30 con “Gayby Baby” film documentario di Maya Newell che segue le vite di quattro ragazzini i cui genitori sono gay. Mentre i quattro ragazzini sono alle prese con i mutamenti i conflitti tipici della loro età, il mondo esterno discute con forza sulla parità di diritti per le persone omosessuali, sull’uguaglianza dei matrimoni gay, sui rischi veri o presunti per i bambini cresciuti in famiglie omoparentali, ovvero con genitori dello stesso sesso.

The Circle di Stefan Haupt

Segue, alle 21.30, la proiezione di “The Circle” di Stefan Haupt, film vincitore del Teddy Award come miglior documentario “queer” alla 64ª Berlinale, storia privata, intima e tenere, ma soprattutto la testimonianza “militante” e vibrante di quella lotta infinita per il riconoscimento dei diritti civili dei gay.

Le “Giornate di Cinema e Cultura Omosessuale” riprenderanno giovedì 18 maggio alle 18.00 alle Libreria Limerick con la presentazione del volume “Warhol, l’intervista” (BeccoGiallo) una “sfuggente” intervista a fumetti di Adriano Barone e Officina Infernale a trent’anni dalla morte del padre della Pop Art. La serata proseguirà poi alle 19.30 con la proiezione del breve documentario “Erma” di Luciano Toriello cui seguirà “Varichina – La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis” di Antonio Palumbo e Mariangela Barbanente, docu-film ispirato alla vita di Lorenzo De Santis, soprannominato “Varichina”, diversamente maschio, icona trash tra gli anni ’70 e ’90 a Bari. Il primo ad urlare la sua diversità in un momento in cui non era facile farlo.

Photo by Richard Young/REX/Shutterstock (104428a)
Robert Mapplethorpe
ROBERT MAPPLETHORPE EXHIBITION AT THE ICA, LONDON, BRITAIN – NOV 1983

L’ultima proiezione delle Giornate sarà alle 21.30 con “Mapplethorpe – Look at the Pictures” di Fenton Bailey e Randy Barbato, documentario dedicato alla vita personale del geniale fotografo newyorkese Robert Mapplethorpe.

Iniziativa finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi previsti per le Iniziative culturali degli studenti, come previsto dall’art. 4, comma 5 dello Statuto. Ingresso gratuito per gli studenti dell’Università degli Studi di Padova.

Maspalomas Gay Pride dal 4 – 14 May 2017  @Gran Canaria

La parata di sabato 13 maggio sarà il momento clou del Gay Pride di Maspalomas, in programma fino al prossimo 14 maggio. Iniziato giovedì 4 maggio, l’evento raccoglie come ogni anno tutti gli amanti dei locali gay a Gran Canaria, ma più in generale coloro che non possono fare a meno di divertirsi e di manifestare il proprio orgoglio di essere omosessuali. La manifestazione è giunta, nel 2017, alla sua sedicesima edizione: Gran Canaria, il paradiso gay per eccellenza, è già stata presa e continuerà a essere presa d’assalto da gay, lesbiche, bisex e trans in arrivo da ogni parte del mondo.

Ormai il Gay Pride di Maspalomas è diventato un appuntamento annuale tradizionale: tra le strade colorate della località, per una decina di giorni vanno in scena parate e spettacoli, con qualcosa come 100mila persone che accorrono per festeggiare e per celebrare sé stesse. Anche per questa edizione il programma di eventi è molto ricco, e include – tra l’altro – escursioni in barca organizzate, party in piscina con dj famosi e vip e molte altre attività finalizzate non solo a garantire il massimo del divertimento, ma anche a fare in modo che l’isola possa essere conosciuta in tutto il suo splendore.

Maspalomas Gay Pride 2017 Gran Canaria

Tra gli appuntamenti da non perdere anche quest’anno c’è il Wet & White, che nel 2016 ha fatto registrare il tutto esaurito: questa volta a fare gli onori di casa sarà niente meno che Micky Friedmann, dj conosciuto in tutto il mondo, in uno show speciale in cui verranno proposti anche giochi gonfiabili. I presenti avranno la possibilità di immergersi in una jacuzzi o di prendere la tintarella: il prezzo per la prevendita è di 20 euro, mentre il biglietto all’ingresso costa 25 euro. Prevista la presenza di una navetta gratuita per garantire la massima comodità dei trasporti.

Altro evento da segnare in agenda, poi, è il T-Dance, in programma per mercoledì 10 maggio: anche questo appuntamento lo scorso anno è stato letteralmente sold out. Nel fantastico scenario dell’Aqua Ocean Club, a partire dall’una del pomeriggio ci si potrà sbizzarrire tra spettacoli e drag queen, nei pressi della spiaggia. Prevendita a 20 euro.

Info sul sito ufficiale della manifestazione.

È stata fissata per il prossimo 24 giugno la prossima edizione della parata del Milano Pride 2017. L’evento si inquadrerà nella Pride Week che si terrà dal 17 al 25 giugno 2017, in una settimana di forti emozioni per tutti coloro che decideranno di prenderne parte.

Il Milano Pride è prima di tutto una festa basata sulla gioia e sulla libertà, alla quale possono prendere parte tutti coloro che fanno parte della comunità Lbgt. Diverse istituzioni e organizzazioni pubbliche hanno scelto di unire le proprie forze per rendere tale informazione un piccolo classico. Ogni anno, migliaia di persone si recano presso la metropoli lombarda e condividono le proprie passioni, in una settimana all’insegna della pura felicità. Tutto è nato da un’idea del C.I.G. Arcigay di Milano, poi resa realtà grazie all’organizzazione e all’impegno del Coordinamento Arcobaleno. L’evento si inquadra nel prestigioso Onda Pride, nato con lo scopo di riunire tutti i Pride italiani.

Milano Pride 2017 - Milano Pride Week

Il Milano Pride Week è cresciuto in misura esponenziale nel corso degli ultimi anni, con un costante aumento degli eventi e della qualità. È diventato un vero e proprio classico per tutta la comunità milanese grazie a manifestazioni appartenenti agli ambiti della cultura, della politica, dello sport e dell’intrattenimento. Ci sarà soltanto l’imbarazzo della scelta per tutti gli appassionati, pronti a vivere sette giorni da urlo. Le strade che circondano il Lazzaretto si tramuteranno nella Pride Square intorno alla quale si svolgerà l’intera iniziativa. Diverse associazioni potranno così mettere in mostra le proprie maggiori qualità e promuovere i loro prodotti e servizi, rendendoli fruibili per un ampio pubblico. Il tutto per affermare una cultura fondata sull’accoglienza e sul rispetto reciproco.

Prostatite - Malattie del sistema genitale maschile
Una patologia dolorosa e molto diffusa, spesso trascurata dagli uomini per paura e vergogna: Ecco come riconoscere i sintomi principali della prostatite.

Molti ne hanno sentito parlare, pochi sanno veramente di cosa si tratta: la prostatite è una patologia legata all’infiammazione della prostata e delle aree circostanti che si può presentare anche in forma asintomatica, individuabile unicamente attraverso un controllo medico. Nella maggior parte dei casi, però, il dolore rappresenta la principale motivazione che spinge il soggetto a rivolgersi ad uno specialista. In tutto esistono 4 diversi tipi di prostatite:

  • cronica (la più comune)
  • batteria acuta
  • batteria cronica
  • infiammatoria asintomatica

A livello generale la prostatite rappresenta la principale patologia del tratto urinario negli uomini con meno di 50, e la terza per gli over 50. Le cause di questa patologia sono per lo più sconosciute, anche se recenti studi hanno ipotizzato un legame con un microrganismo. Se invece si parla di prostatite batterica il responsabile è appunto un batterio, che provoca l’insorgere repentino e improvviso del dolore per lo spostamento dei batteri dall’uretra alla prostata.

Quali sono i sintomi della prostatite?

Il più rilevante è certamente il dolore/fastidio, situato nella zona pelvica o genitale, associato per lo più a minzione. In questo caso specifico, poi, si parla di minzione frequente e urgente (otto-nove volte al giorno) a causa della contrazione della vescica anche quando contiene piccole quantità di urina.

Se invece si tratta di prostatite batterica acuta i sintomi tendono ad aggravarsi, includendo febbre, vomito e nausea fino ad arrivare ad un’importante infezione del tratto urinario inferiore con conseguente blocco della capacità di urinare.

Le complicanze possono essere gravi, come il diffondersi di un’infezione batteria nel circolo sanguigno, ascesso prostatico, fino a vere e proprie disfunzioni sessuali.

Consultare un medico specialista per un check up annuale è la cura migliore possibile per combattere in maniera efficace il problema della prostatite: individuando il problema per tempo e possibile affrontare i sintomi meno gravi in maniera semplice ed efficace, evitando cosi il diffondersi di infezioni a livello sistemico.