Roberto Bolle nudo su Vanity Fair

roberto bolle

Roberto Bolle: «La fatica di dire “Ti voglio bene”»

Essere gay non è facile, anche se sei un personaggio famoso, amato e rispettato per la tua arte e per il contributo che dai alla società. In pratica è ciò che Roberto Bolle, il nostro Étoile della Scala di Milano ha confessato in un’intervista a Vanity Fair.

Orgoglioso per averne conquistata la copertina si è concesso a 360°; sia esteticamente sia verbalmente. La sua intervista, spiazza e colpisce, pur sapendo di essere figlio amato, racconta che ha difficoltà a dire “ti voglio bene” ai genitori… Una frase apparentemente semplice ma in verità complessa, l’espressione del sentimento filiale che racchiude un’immensa varietà di sfumature… Sfumature che rivelano più di quanto egli dice, un monito per chi usa poco questa espressione e un consiglio a farlo di più!

Grande Roberto, anche nelle foto, dove si mostra “nature”, con pudore e rispetto, non per esaltare se stesso ma per affermare la sua “indipendenza”, morale e sociale. Plauso all’artista e all’umanità della persona.

[nggallery id=23]

 

You may also like