Se lui ha il pene piccolo e vuole fare l’attivo

E’ inutile girarci intorno e prenderci in giro. Le dimensioni del pene contano, contano eccome. Il sesso è una componente fondamentale in un rapporto, se non dà piacere la relazione piano piano si spegne.

Per l’uomo avere un pene grande è molto importante. Chi non è dotato di natura può arrivare a soffrire di un vero e proprio disturbo, noto come “dismorfobia peniena”.

In realtà, per parlare di un pisello davvero piccolo si dovrebbero considerare solo quelli lunghi meno di 7 cm in erezione. Tuttavia, avere un pene corto e sottile rappresenta un problema non da poco per molti uomini.

In una relazione che si basa solo sul sesso è facile, per chi scopre che il partner è poco dotato, chiudere e rivolgersi altrove. Ma se invece ci si trova coinvolti in una storia seria, con una persona che ci piace, con la quale c’è feeling, ecco che sorgono le complicazioni.

Nel rapporto sessuale, un uomo col pene piccolo può fare il passivo. in questo caso, con carezze, giochi di lingua e di bocca, stimolazioni tattili, può dare al partner lo stesso piacere che dà un normodotato. I guai nascono nel momento in cui l’uomo dal pisello corto decide che vuole fare l’attivo.

Va da sé che se avete un partner del genere dovete convincerlo a rinunciare a quel ruolo. Se siete una coppia “aperta” agli scambi di posizione sarà difficile che accetti di fare sempre e solo l’attivo, ma per il bene della relazione ci dovete provare, con gentilezza e senza farlo sentire frustrato.

In caso di un suo rifiuto, se ci tenete a non perderlo, inserite dei supporti da sexy shop nel rapporto, come i vibratori. Presentateli come un gioco, e vedrete che alla fine piaceranno anche a lui.

You may also like