Sesso orale tra maschi etero

Forse non è nulla di nuovo, però adesso l’argomento è uscito fuori. In realtà, da decenni circolavano voci e venivano sussurrate confidenze secondo le quali, in ambienti con poche donne o senza donne, i maschi eterosessuali erano soliti procurarsi piacere a vicenda. Questa usanza non ha nulla a che vedere con un rapporto sessuale che segue una relazione o un flirt, ma si tratta di una pratica puramente fisica. Luoghi come le caserme, o i ritiri lunghi delle squadre sportive, facilitano questo tipo di effusioni, atte soltanto a sfogare la mancanza di sesso.

Not Gay: Sex between Straight White Men (Sexual Cultures)Secondo la dottoressa Jane Ward, insegnante di sessuologia e studi gender all’Università della California e autrice del libro “Not gay”, sono moltissimi gli uomini etero che si dilettano con il “Bro job”, ovvero con preliminari rivolti ad altri maschi etero. Questi includono il sesso orale, la penetrazione con le dita, la masturbazione reciproca, insomma tutto ciò che può regalare qualche minuto di piacere. Il bacio è rigorosamente vietato, poiché tra i soggetti impegnati nel “bro job” non si creano relazioni sentimentali. Tutto ciò che non è finalizzato a procurare un orgasmo resta fuori dalle effusioni.

Il “bro job” è un modo per non sentirsi soli quando la donna non c’è. L’uomo, per sua natura, ha bisogno di una attività sessuale costante, anche se non è impegnato in rapporti seri. Se i due partners sono d’accordo nel non mischiare sesso e affetto, questa usanza può rivelarsi utile per smorzare le tensioni e diminuire lo stress. E magari, chissà che l’amico di un’ora non possa dare idee per migliorare il rapporto! L’uomo conosce il corpo dell’uomo, e sa come far provare piacere al partner.