Sospeso account Twitter dedicato a drag queen di professione

Brutte notizie per il mondo delle drag queen. L’account “Real Name Police”, che mira alcuni travestiti per professione a trasferirsi su Facebook, è stato sospeso, con i suoi followers rimasti molto delusi dal provvedimento.

ban on twitter

 

Il problema è sorto quando il social network di Mark Zuckerberg ha iniziato una vera e propria battaglia contro i profili che non utilizzano il proprio nome reale. Alcune drag queen avevano protestato a San Francisco contro la nuova politica di Facebook e avevano ottenuto un accordo, con il quale il social avrebbe provveduto a ripristinare i profili di molti utenti di questo tipo. Tuttavia, non sembra che Facebook abbia deciso di cambiare veduta e ha continuato ad eliminare i cosiddetti account non veritieri. Secondo gli artisti, la scelta di un nome d’arte sarebbe molto utile per evitare problematiche da parte dei propri datori di lavoro, dei propri familiari o di persone poco gradite, che avrebbero potuto incastrarli in situazioni poco piacevoli.

Non si sa ancora la motivazione della sospensione di questo account, che aveva pubblicato varie notizie relative ad alcuni profili, tra i quali quello dell’attore hard Michael Lucas, oltre a varie drag queen e numerosi artisti non presenti sul social network con il proprio nome reale. “Real Name Police” aveva lo scopo di attirare utenti con denominazioni che si riferivano al mondo Lbgt, così come tutti coloro che possedevano un nome immaginario, come quello di Sweeney Todd.

status twitter

Nel corso degli ultimi tre giorni, i 28 followers di questo particolare contatto di Twitter erano stati subissati da centinaia e centinaia di cinguettii di vario tipo, prima che il profilo venisse definitivamente eliminato. Non è la prima volta che il mondo dei social network si scaglia contro le drag queen. Un episodio analogo è avvenuto una settimana fa, con la proibizione dell’utilizzo dei loro nomi d’arte da parte di Facebook.

You may also like