Studente inglese fa coming out in un tema. La professoressa: «Sono onorata»

coming out temaPer chi scrive news lgbt purtroppo è quasi normale avere spesso a che fare con notizie che raccontano del disagio degli adolescentri gay nella scuola. Fenomeni di bullismo omofobico da parte dei compagni di classe, incomprensione di questo tipo di problematiche e talvolta perfino omertà da parte dei professori, da un lato, depressione, sentimenti di rifiuto, pensieri (e talvolta purtroppo non solo quelli) di suicidio, dall’altro, disvelano l’inferno che la scuola può rappresentare per gli adolescenti “diversi”. Oggi, per fortuna, possiamo raccontare un’altra storia. La notizia, pubblicata dall’edizione britannica dell’ Huffington Post, è che un liceale inglese ha fatto coming out attraverso un tema, sì di quelli che si assegnano normalmente in classe. La traccia recitava “Il peso che porto tutti i giorni”. Il giovane, la cui identità è rimasta anonima, ne ha approfittato per scrivere una commuovente lettera alla professoressa che quel compito dalla traccia una volta tanto non banale aveva assegnato. Il peso – spiega il ragazzo alla docente – consiste, nel suo caso, nella paura che gli altri scoprano il suo orientamento sessuale. Ma chi sono questi altri dai quali il nostro teme di essere “odiato”? I compagni di scuola, certo, gli amici e i conoscenti, ma soprattutto i familiari: quelli che in teoria ti amerebbero incondizionatamente. Purtroppo, non è così e lo studente ne è consapevole, tant’è che la paura di essere odiato si combina, tra le mura domestiche, ad un’altra paura, quella di deludere le aspettative dei genitori. Il suo peso, come quello di milioni di altri adolescenti lgbt, dunque è troppo grande e basta un tema con una traccia intelligente per farlo venire alla luce. Se il coraggio di questo ragazzo che “è uscito dall’armadio” entrando dalla porta principale del rispetto di sé rappresenta già una bella notizia – segno che forse i tempi stanno davvero cambiando – la risposta della professoressa, scritta in margine al componimento, non è da meno: “Sono onorata di essere testimone di questo peso che ti sei tolto. Sei un giovane incredibile, dinamico e compassionevole. Darai al mondo qualcosa per quello che sei, offrendo soltanto il tuo amore e il tuo spirito. Se le persone sceglieranno di non essere a loro agio con la tua onestà saranno loro a perdere qualcosa.”

La fotografia dell’insolita corrispondenza tra lo studente e la professoressa pubblicata dal sito Reddit e ripresa da Huffington Post ha fatto il giro del web, commuovendo milioni di persone. Questa è una bella storia che lascia a ben sperare: prima o poi forse l’omosessualità non rappresenterà più una condizione dolorosa. E contiene soprattutto una lezione: laddove si lascia spazio alla tolleranza, la scuola diventa un luogo appropriato dove diventare adulti.

You may also like